Umberto Veronesi,i suoi deliri

 
 
[ dal blog di Piero Ricca ]
 
Il filmato è stato interrotto dalla volontà dello staff di Veronesi,se volete prenderne atto direttamente e leggere la fedele trascrizione.
 
 
Mi chiedo se l’illustre personaggio vive nel paese delle meraviglie,oppure anche lui fa parte della casta e una delusione cocente la dobbiamo aggiungere,afferma che le intercettazioni e le inchieste che ne derivano sono una goccia nel mare,praticamente un invito a delinquere aspettando tempi migliori che mai arriveranno.
 
Se nel nostro paese sono comuni questi ragionamenti,manco fossimo al bar dello sport,ma proferiti da una persona reputata molto seria,pensate al senso diffuso di buona parte di compatrioti, che non hanno i nobili requisiti dell’insigne dottore.
 
Roba da espatriare nel più breve tempo possibile.
Umberto Veronesi,i suoi deliriultima modifica: 2008-06-16T20:10:00+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Umberto Veronesi,i suoi deliri

  1. piantatela con questa storia che abbiamo massacrato il territorio, è indecente quello che succede, i cervelli migliori di quei paesi vengono qui per lavotrare dite, e li chi ci resta? che futuro può avere il loro paese senza cervelli che ne reggano le sorti con intelligenza? perchè vi sfugge questo particolare? americani con gli indiani, spagnoli con i maya, inglesi con i cinesi ecc.. non vi pare che le cose siano un po cambiate da allora? coldiretti e controlli, essendo un tesserato ti dico di che controlii parlano? loi vedrai quando uscirà sta bufala, prosciutto olandsese di oca spacciato per san daniele, e mi fermo qui che è meglio
    un saluto ivo
    p.s. sta castroneria dell’inpiego dell’esercito è ridicola

  2. ciao ivo, faccio un salto da te anche oggi per chiarire una cosa relativa al mio post…in tanti non hanno letto i tag 🙂 si tratta di un racconto, è frutto della mia fantasia…il mio problema è che non so scrivere in 3^ persona, perciò sembra sempre che parli di me. Per essere ancora più sincera c’è sempre qualcosa di me, nei miei scritti, ma poi cambia tutto…si mette in moto la fantasia e l’immaginazione.
    Solo un pò di me, insomma 😉

    grazie cmq per il tuo commento, buona giornata ivo

  3. Pony,continuo ad affermare gli stermini degli spagnoli in America latina,degli anglosassoni in America del nord e tutti i colonialismi africani,i quali hanno sfruttato le popolazioni e il territorio lasciando con difficoltà le briciole agli autoctoni,se possono esser sembrate delicate le deportazioni degli africani incatenati nelle stive,direzione nuovo continente,per farli lavorare come delle bestie, oppure d’un certo Cortes,criminale sponsorizzato dalla cattolicissima Spagna,nel sterminare Indios,al grido por dios e por la espagna….

    Controllare prodotti agricoli ormai importati da più parti,mi pare un’impresa titanica,anche se si può fare di più,tra l’altro da imprenditori e importatori compiacenti che organizzano le etichette made in Italy,anche se questi prodotti alimentari,confezioni d’abbigliamento,calzature,diventano italiani solo all’ingresso del nostro territorio.

    Talmasca,hai fatto bene a puntualizzare,non conoscendo la tua vita, i tuoi racconti potrebbero esser interpretati come autobiografici,se sono frutto della tua fantasia,sono notevoli,come si dice diffusamente,la classe non è acqua!!!

    Buona serata a voi,prendendo atto di una bella Italia pallonara questa sera, incrociamo le dita per la prossima partita contro la Spagna.

    Ivo

Lascia un commento