Violenze sessuali,jeans o non jeans,questo è il problema…

Nuova sentenza della Suprema Corte, l’ultima di una serie che va avanti da 10 anni
Quei pantaloni “non sono paragonabili a una specie di cintura di castità”

Cassazione, violenza sessuale
anche se la vittima indossa i jeans

ROMA – “I jeans non sono paragonabili ad una specie di cintura di castità”. Lo stabilisce nuovamente la Cassazione nella sentenza con cui ha confermato la condanna nei confronti di un 37enne che aveva molestato la figlia, ancora adolescente, della sua compagna infilandole le mani sotto i jeans.

La giovane aveva raccontato tutto al padre e al ragazzo. Quindi era scattata la denuncia. A maggio del 2005 il gip del tribunale di Padova aveva condannato l’uomo a un anno di reclusione per violenza sessuale. La corte d’appello di Venezia, a ottobre del 2007, aveva confermato il verdetto. Contro questa decisione l’imputato aveva fatto ricorso in Cassazione sostenendo che la ragazza era seduta sul divano con i jeans aperti e che quindi questo significava che fosse in qualche modo consenziente.

La Terza Sezione Penale respinge oggi questa tesi sostenendo che “il fatto che la ragazza indossasse pantaloni di tipo jeans non era ostativo al toccamento interno delle parti intime, essendo possibile farlo penetrando con la mano dentro l’indumento non essendo questo paragonabile ad una specie di cintura di castità”.

La Cassazione torna a occuparsi di violenze sessuali su donne in jeans, dopo dieci anni di sentenze controverse e di segno opposto. La pronuncia che fece più scalpore fu quella del febbraio 1999 che stabilì l’impossibilità di parlare di violenza nel caso in cui la vittima portasse i blue-jeans. L’indossare l’indumento significava “essere consenziente” a causa della difficoltà di sfilare i pantaloni “senza la fattiva collaborazione di chi lo porta”. Da allora una serie di marce indietro: la prima due anni dopo quella pronuncia, ora l’ultima.

[ da la repubblica web ]

Nel 2008 ancora questo dilemma,chi non si trattiene da eventuali pulsioni,ne deve pagare le conseguenze,jeans o gonna che sia, solo una giustizia con delle reminescenze maschiliste può affermare e sentenziare in modo assurdo,come assolvere o concedere attenuanti per violenze sessuali o molestie se si indossano i pantaloni.

Non penso che nell’evoluta Europa abbiano dubbi a riguardo.

Violenze sessuali,jeans o non jeans,questo è il problema…ultima modifica: 2008-07-21T19:06:27+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Violenze sessuali,jeans o non jeans,questo è il problema…

Lascia un commento