Famiglia cristiana ovvero come riportare l’ordine in redazione…

Da Maramotti vignette [ l’unità web ]

Avevo accennato ad una paventata e incredibile deriva a sinistra da parte del clero,era come un miraggio nel deserto,le puntualizzazioni e le distanze del vaticano non sono tardate ad arrivare verso famiglia cristiana,già al tempo di Pio XII durante la seconda guerra mondiale,il fascino discreto verso la destra fu palese,anche se fu smentito dalla santa sede recentemente, ma a quell’epoca ci furono comportamenti del classico omertoso,su deportazioni di ebrei e di militari verso la Germania nazista,del tipo non vedo,non sento e soprattutto non parlo,peggio di loro ci furono soltanto i savoia,l’omertà non fu sufficiente per non avere problemi,s’imbarcarono con il primo battello,per arrivare alla farsa dei nostri giorni,quando affermarono che il nostro paese gli doveva un congruo risarcimento,a calci nel fondo schiena sarebbe stato perfetto.

Famiglia cristiana ovvero come riportare l’ordine in redazione…ultima modifica: 2008-08-15T17:16:00+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Famiglia cristiana ovvero come riportare l’ordine in redazione…

  1. Se per caso una mattina, ti svegliassi
    e trovassi per le strade i carri armati
    e per la tua rabbia non avessi che dei sassi
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    Se per caso ti trovassi solo
    solo davanti ai rossi cingolati
    e vedessi la tua casa rasa al suolo
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    E se sentissi il pianto di tua madre
    se sentissi l’odore di illusioni bruciate
    e se sentissi una voce che ti chiama dalle barricate
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    E se ti accorgessi che tutto è stato inutile
    e se ti accorgessi che tutto è stato vano,
    che oramai più nessuno verrà a darti una mano
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    E se ti accorgessi che ormai non c’è più speranza
    e se ti accorgessi che era solo un’illusione
    e che d’ora in poi la tua vita sarebbe stata la prigione
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    E se capissi che proprio è la viltà,
    la sporca paura di perder la tranquillità
    ciò che li aiuta a rubare la tua libertà
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    Se vedessi il sole illuminare il cielo rosso,
    se vedessi la tua gente vagare per le città
    e capissi che proprio quella è la fine della libertà
    ragazzo dimmi, dimmi, tu cosa faresti?
    Anch’io fuggii! Anch’io ebbi paura,
    vedendo i carri armati e la mia gente alla sventura.
    Tornai a casa camminando tra le macerie delle strade,
    scrissi quattro righe agli uomini e a mia madre:
    “Domani me ne andrò! A morire per la strada.
    Morirò perché il mondo si ricordi di Praga.”
    Tornai in quella piazza il giorno dopo
    e senza parlare donai il mio corpo al fuoco.
    Non so se fu coraggio o se fu paura
    non se fu pazzia o se fu viltà,
    ma credimi ragazzo una cosa è sicura
    non avrei potuto vivere senza libertà
    no, no non si può vivere senza libertà
    oh no, oh no non si può vivere senza libertà.

    Questa è una canzone degli ZPM gruppo di musica alternativa di destra … avrai certamente capito di cosa parla…..è una canzone stupenda…

    Un saluto ( romano )
    Sofia

    http://ladestrafiuggi.myblog.it

Lascia un commento