Torino, una decisione assolutamente condivisibile

Capodanno a lutto Niente concerto, fuochi d’artificio e brindisi di mezzanotte in piazza Castello EMANUELA MINUCCI Non me la sento di organizzare un Capodanno come se si trattasse di un 31 dicembre qualunque. No, bisogna abolire tutto: Torino è una città diversa dalle altre in questo momento». Ieri alle 21 il sindaco Chiamparino e il cardinale Poletto si sentono al … Continua a leggere