Positivissime notizie dalla sanita’ italiana.

TUMORI: ITALIA TERZA IN EUROPA PER SOPRAVVIVENZA

LONDRA – L’Italia non sfigura affatto nella difficile lotta contro il flagello del cancro e in Europa vanta indici di sopravvivenza chiaramente superiori alla media e  migliori di Paesi come Gran Bretagna, Francia e Germania.  

Lo segnala uno studio pubblicato sull’ultimo numero della rivista medica ‘Lancet Oncology’ e riportato oggi con grande risalto dalla stampa londinese che se ne serve per dare addosso al servizio sanitario britannico a causa della scarsa performance.

Una tabella, riportata dal tabloid Daily Mail’, parla chiaro: se si prende come parametro la sopravvivenza complessiva tra le persone di sesso maschile colpite da tumore l’Italia è in Europa al terzo posto dopo Islanda e Svizzera.

Nella Penisola – indica lo studio – il 47% degli uomini è infatti in vita cinque anni dopo la diagnosi di tumore mentre la media europea è del 45% e in Gran Bretagna di appena il 42%.  L’Islanda svetta con il 48% mentre in fondo alla classifica si ritrovano Polonia (40%), Repubblica Ceca (38), Slovenia (38) e Danimarca (36).

Bene l’Italia anche per i tumori femminili: la sopravvivenza tra le italiane malate è del 59% dopo cinque anni dalla diagnosi, in sostanziale ex-aequo con la capolista Islanda e meglio della Svizzera (57%).

Il Regno Unito lascia invece molto a desiderare anche in questo versante: soltanto il 53% delle donne britanniche è ancora in vita cinque anni dopo.

Secondo il maxi-studio, realizzato prendendo in esame 2,7 milioni di malati in 23 Paesi europeo negli anni tra il 1995 e il 1999, l’Italia batte in performance non solo la Germania ma persino la Francia che pur avendo un rinomatissimo servizio sanitario nazionale ha indici di sopravvivenza inferiori (45% per gli uomini e 58% per le donne).

Lo studio fornisce classifiche anche in base al tipo di tumore e si scopre così che nel caso di quelli colorettali in Italia sopravvive il 59,4% dei malati contro il 51,8% dell’Inghilterra e il 54,1% della Scozia.

Significativo anche lo scarto per i tumori al seno: la percentuale di sopravvivenza è dell’83,7% per l’Italia, del 77,8% per l’Inghilterra e del 77,3% per la Scozia.

La Svizzera è il Paese europeo dove in assoluto la scampa il maggior numero di persone colpire da tumori colorettali: 63,8%.  Per quelli al seno svetta invece l’Islanda (93,4%), seguita da Svezia (86,3%) e Finlandia (85,7%).

Ma perché la Gran Bretagna non fa a conti fatti molto meglio della Polonia pur spendendo pro capite il triplo in sanità? A giudizio degli esperti è dovuto ad un concorso di fattori: il mancato sviluppo della radiologia più moderna, la scarsa propensione della gente ad andare dal dottoreappena insorgono i primi sintomi di malattia, i lunghi tempi d’attesa per l’accesso alla medicina pubblica.

Da ansaweb

Piu’ volte ho denunciato la mala sanita’ del nostro paese, nepotismo, mancanza di meritocrazia sono le piaghe piu’ presenti, ma quando compaiono queste notizie virtuose, sulla reale capacita’ delle nostre strutture di curare la malattia piu’ diffusa dl nostro periodo storico, fa molto piacere evidenziare, l’essere tra i migliori in europa e’ motivo di vanto, che sia di buon auspicio per il futuro.

Positivissime notizie dalla sanita’ italiana.ultima modifica: 2007-08-21T23:41:06+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento