Aldo moro, con l’arresto della br un po’ di giustizia in piu’.

Brigatista latitante arrestata a Parigi

Marina Petrella fu condannata
nel processo per l’uccisione di Moro
PARIGI
Un ex membro delle Brigate Rosse, Marina Petrella, oggetto di una richiesta di estradizione da parte delle autorità italiane, è stato arrestato ieri nella periferia di Parigi. Ad annunciarlo una nota del Ministero della Giustizia francese.

La donna, 53 anni, era stata condannata il 6 marzo del 1992 dalla corte d’assise di Roma all’ergastolo per l’omicidio di un agente di polizia, per tentato sequestro e tentato omicidio, sequestro di un magistrato, per rapina a mano armata e vari attentati.

La Petrella fa parte del gruppo dei 12 militanti delle Brigate Rosse, condannati per reati di sangue in Italia, per i quali la magistratura aveva chiesto l’estradizione alla Francia nell’ottobre 2006. L’ex brigadista è stata arrestata ad Argenteuil nel corso di un controllo stradale e sarà portata oggi in procura, dove le potrebbe venire notificata un’incarcerazione in seguito a una richiesta di arresto provvisorio avanzata dalle autorità italiane.

Prodi: «Soddisfatto per l’arresto, ora estradizione»
«Esprimo grande soddisfazione per la brillante operazione che ha permesso l’arresto in Francia di una pericolosa latitante come Marina Petrella, membro storico delle Brigate Rosse. I ministri dell’Interno e della Giustizia mi hanno informato degli esiti positivi dell’operazione che ancora una volta dimostra l’importanza della cooperazione internazionale in tema di lotta alla criminalità e al terrorismo». Così il presidente del Consiglio, Romano Prodi, commenta l’arresto della latitante Marina Petrella.

«Nel ringraziare il governo e gli uomini dell’antiterrorismo francese che hanno messo a segno questa importante operazione – prosegue Prodi – confidiamo che la richiesta di estradizione già avanzata negli anni scorsi possa essere presto soddisfatta. Con questo arresto, che dà nuovo slancio all’attività di intelligence e di lotta contro il terrorismo, siamo certi si potrà cercare di fare luce su uno dei periodi più bui, tragici e assurdi della nostra storia repubblicana».

Da la stampaweb
Perche’ le br rapirono e giustiziarono aldo moro, non lo capii a quel tempo e continuo a non capire, l’unico esponente della balena bianca che voleva aprire al pci, per un governo di larghe intese, considerati i numeri dell’elettorato del tempo, un progetto senza senso che poteva solo far piacere alla destra.
Ora quest’ultimo arresto, puo’ alleviare minimamente la famiglia colpita da quel lutto, non poche furono e ancora presenti le polemiche, per non aver fatto quasi nulla per salvare la vita dello statista, da parte della dirigenza dello scudo crociato del tempo.
A pensare male in questo caso ci si azzecca,  e’ palese il progetto di far fuori il personaggio scomodo.
Aldo moro, con l’arresto della br un po’ di giustizia in piu’.ultima modifica: 2007-08-22T18:26:31+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Aldo moro, con l’arresto della br un po’ di giustizia in piu’.

Lascia un commento