Le ragioni dell’aragosta, nuovo film di Sabina Guzzanti.

Roma, 23 lug. (Apcom) – A due anni dalla presentazione di “Viva Zapatero”, Sabina Guzzanti torna a Venezia con il suo nuovo film, “Le ragioni dell’aragosta”. Anche questa volta la sua pellicola sarà ospitata all’interno della rassegna “Le Giornate degi Autori”, sezione non competitiva parallela alla Mostra del Cinema, che si terrà dal 29 agosto all’8 settembre. Nel film della Guzzanti, che dovrebbe uscire nelle sale il 7 settembre, gli attori di “Avanzi”, la nota trasmissione tv condotta da Serena Dandini negli anni Novanta, si ritrovano dopo 15 anni in un piccolo villaggio della Sardegna per mettere in piedi un’improbabile spettacolo in sostegno dei pescatori, in gravi difficoltà per lo spopolamento del mare. “E’ un film che racconta cosa vuol dire fare politica in un momento in cui non ci si sente rappresentati. – ha spiegato l’autrice – E’ un esperimento sull’agire, sulla difficoltà di organizzarsi, di tenere unite le persone, lottando contro l’esterno e con se stessi”. Le opere che verranno presentate durante “Le giornate degli autori” saranno in tutto sedici, tredici di finzione e tre documentari. Oltre a quello della Guzzanti ci saranno altri due film italiani, “Non Pensarci” di Gianni Zanasi, con Valerio Mastandrea, e “Valzer” di Salvatore Maira. “Abbiamo visionato quasi settecento pellicole, che testimoniano la grande vivacità di un certo cinema italiano, di quello dell’Europa centrale e orientale e dell’America Latina. – ha affermato il delegato generale de “Le Giornate degli Autori”, Fabio Ferzetti -. Abbiamo scelto delle opere che potremmo dividere in film di guerra e di pace: ci saranno “Sotto le bombe”, girato in Libano la scorsa estate, e il russo “Cargo 200”, che documenta l’agonia del regime sovietico a metà degli anni Ottanta, ma anche film sul malessere, sulla difficoltà dei rapporti sociali e familiari, come il canadese “Continental” e l’americano “Superheroes”. Una mappa del mondo contemporaneo, dunque, alla ricerca delle inquietudine personali e delle angosce collettive, raccontate dai registi di undici Paesi. La rassegna sarà anche quest’anno luogo di riflessione sulla settima arte e ospiterà le proposte dei Centoautori, il movimento nato nel maggio scorso per sollecitare l’attenzione delle istituzioni verso la cultura e l’industria cinematografica. “Daremo spazio a incontri con i registi e a dibattiti su temi di primo piano, come la legge sul cinema, il confronto tra cinema e tv, il diritto d’autore – ha affermato Roberto Barzanti, Presidente dell’Associazione Giornate degli Autori – Ospiteremo anche il primo congresso dell’Alleanza Mondiale degli Autori, una rete di collaborazione a livello globale che si propone di tutelare le idee creative contro il processo di omologazione del cinema. E rilanceremo il progetto denominato “100 film”, che ha l’obiettivo di restaurare e far circolare nelle scuole i migliori film italiani”.

Da web movie

Da non perdere anche questa nuova pellicola della guzzanti, con i vecchi amici di avanzi, mitica trasmissione dei tempi d’oro di rai 3, il risultato positivo molto probabilmente sara’ scontato, la tematiche d’un certo smarrimento politico odierno, sono decisamente attuali.

Buona visione a tutti.

Le ragioni dell’aragosta, nuovo film di Sabina Guzzanti.ultima modifica: 2007-08-24T12:11:45+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento