Venezia, a pochi giorni dall’avvio della rassegna.

Spettacolo


Una scena tratta da 'Help me Eros' (in concorso)

29 i paesi rappresentati, 57 i film in competizione

 

Venezia, martedì sipario sulla Mostra

Parata di stelle da guinnes per il 75esimo anniversario della kermesse: da Clooney a Jude Law fino a Charlize Theron e Susan Sarandon. Ma anche le francesi Ardant, Binoche e Huppert. Porporati, Franchi e Marra i tre italiani in concorso

ascolta la notiziaascolta la notizia

 

Venezia, 26 ago. (Adnkronos/Ign) – Una parata di stelle destinata a rimanere negli annali del Lido. Per il suo 75esimo anniversario (anche se le edizioni sono 64) la Mostra del Cinema di Venezia, che alza il sipario martedì, si presenta con un cartellone agile ma densissimo di grandi registi e star hollywoodiane ed europee. I titoli in competizione nelle tre sezioni ufficiali sono 57, di cui 51 in anteprima mondiale, selezionati fra 4585 film visionati. Per la seconda volta nella storia del festival, dopo il precedente del 2006, i 22 titoli in corsa per il Leone d’Oro sono poi tutti in prima mondiale. Altra indicazione importante proviene dal carattere sempre più internazionale della manifestazione: ben 29, contro i 27 dello scorso anno e i 18 del 2005, i paesi rappresentati. La parte del leone, in virtù anche di omaggi e retrospettive, spetta all’Italia con 52 film, seguita dagli Stati Uniti con 19 e, a sorpresa, dal Marocco con 14. La presenza statunitense resta forte, anche restringendo il campo alle tre sezioni principali: 15, in questo caso, i titoli all’appello, di cui 9 in competizione, 4 fuori concorso e tre fra Orizzonti e Orizzonti Doc.

Indicativo anche il crescente spazio conquistato dai giovani. Più dei soli numeri, a parlare è in questo caso il calibro dei nomi coinvolti: è un’opera prima ‘Michael Clayton’ con George Clooney, diretto da Tony Gilroy, mentre sono opere seconde ‘Espiazione’ di Joe Wright con Keira Knightley, ‘The Assassination of Jesse James’ con Brad Pitt e ‘The Valley of Elah’ di Paul Haggis.

Sempre opere seconde, sono inoltre due dei tre italiani in concorso: ‘Il dolce e l’amaro’ di Andrea Porporati e ‘Nessuna qualità agli eroi’ di Paolo Franchi. Il terzo italiano in concorso è Vincenzo Marra con ‘L’ora di punta’.

Oltre a loro, per il concorso principale, dove tutti i film sono in anteprima mondiale, sfileranno a Venezia: ‘Atonement’ di Joe Wright, accompagnato dal cast che vede tra gli altri Keira Knightley, James McAvoy e Vanessa Redgrave; ‘Lust, Caution’ di Ang Lee; ‘Sleuth’ di Kenneth Branagh, che arriverà al Lido accompagnato da Michael Caine e Jude Law; ‘Michael Clayton’ di Tony Gilroy, a Venezia con il protagonista George Clooney. E, ancora, ‘Nessuna qualità agli eroi’ di Paolo Franchi, con il nudo integrale di Elio Germano, anche lui atteso al Lido. Alto tasso erotico anche in ‘Help Me Eros’, il film in concorso di e con Lee Kang-Sheng, prodotto da Tsai Ming-Liang; attesissimo anche l’arrivo di Brian De Palma con ‘Redacted’.

L’elenco prosegue. Con Paul Haggis per presentare in concorso ‘In the Valley of Elah’ arriveranno a Venezia anche gli attori Tommy Lee Jones, Charlize Theron e Susan Sarandon; il maestro britannico del cinema militante Ken Loach accompagnerà il suo ‘It’s a Free World…’ su come l’Occidente sfrutta gli immigrati; “The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford” di Andrew Dominik porterà a Venezia un altro divo di primo piano, Brad Pitt, negli insoliti panni di un eroe violento, e Casey Affleck, fratello del più noto Ben ma non meno bravo. Con l’esilarante ‘The Darjeeling Limited’ sarà a Venezia, oltre al regista Wes Anderson, tutto il cast stellare che vede tra gli altri Owen Wilson, Adrien Brody, Bill Murray, Jason Schwartzman e Anjelica Huston. Doppia presenza al Lido per un’altra stella di Hollywood, Richard Gere, in arrivo per presentare sia ‘I’m Not There’, il film in concorso di Todd Haynes, che ‘The Hunting Party’, il film Fuori Concorso di Richard Shepard.

Non meno imponente la presenza di grandi nomi europei: Claude Chabrol sara’ a Venezia con la bellissima protagonista Ludivine Sagnier per presentare Fuori Concorso ‘La fille coupée en deux’; per ‘L’ora di punta’ di Vincenzo Marra, arrivera’ al Lido anche Fanny Ardant. Altre due grandi stelle del cinema francese, Juliette Binoche e Isabella Huppert, saranno presenti alla Mostra, per presentare rispettivamente ‘Disengagement’, il film di Amos Gitai fuori concorso, e ‘Médée miracle’, la pellicola di Tonino De Bernardi che sfilera’ nella sezione Orizzonti.

In concorso e presente a Venezia anche Nikita Mikhalkov, nel doppio ruolo di regista e protagonista di ’12’. Ad accompagnare in concorso ‘Il dolce e l’amaro’ di Andrea Porporati, non mancheranno Luigi Lo Cascio, Donatella Finocchiaro e Fabrizio Gifuni. Conto alla rovescia anche per “Cassandra’s Dream”, il film Fuori Concorso di Woody Allen, che arriverà a Venezia accompagnato dai protagonisti Colin Farrel ed Ewan McGregor. Mentre Scarlett Johansson tornerà al Lido per il film Fuori Concorso ‘The Nanny Diaries’ di Shari Springer Barman.

Non mancheranno di attirare l’attenzione sul Lido anche la presenza di Bernardo Bertolucci che riceverà lo speciale Leone d’oro del 75° dalle mani di Stefania Sandrelli, Tim Burton che riceverà il Leone d’Oro alla carriera e Quentin Tarantino presente sia come protagonista di “Sukiyaki Western Django”, il film in corso di Miike Takashi che come padrino per tutta la durata della mostra della retrospettiva sul western all’italiana.

Ad arricchire infine la parata di stelle anche i componenti delle giurie tra cui spiccano: Jane Campion, Emanuele Crialese e Ferzan Ozpetek per il concorso principale, Rupert Everett in quella di Orizzonti e Valeria Solarino nella giuria del premio De Laurentiis. Per la gioia dei frequentatori più giovani del Lido anche i Negramaro sbarcheranno al Festival di Venezia con lo sperimentale “Dall’altra parte” di Davide Marengo, già regista di ‘Notturno Bus’.

Da adnkronos web
La piu’ importante rassegna cinematografica italica, al via tra pochi giorni, mi auguro che il livello delle pellicole sia come al solito ottimo, una sola speranza, che non sia il solito film cinese a vincere il leone d’oro, poiche’ sicuramente sono opere d’una certa intelligenza ma che al botteghino sono quasi sempre dei fiaschi.
Incrocio le dita!!!
Venezia, a pochi giorni dall’avvio della rassegna.ultima modifica: 2007-08-26T20:29:51+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento