Ipod-Mp3, attenzione all’uso.


(Foto Infophoto)

Lo scorso anno venduti 8 milioni di iPod nel solo Regno Unito

 

Con lettore mp3 danni a udito per oltre due terzi giovani

L’allarme è del Royal National Institute for Deaf People: ”Con auricolari o cuffie si ascolta musica a volume troppo alto”, maggiore di quello registrato in una strada trafficata e poco più basso di quello emesso da un martello pneumatico.

 

Roma, 7 set. – (Adnkronos Salute) – Sordi da iPod. Questo potrebbe essere il destino di oltre due terzi dei giovani, oramai inseparabili dai loro lettori mp3. L’allarme è del Royal National Institute for Deaf People (Rnid) che avverte “con auricolari o cuffie si ascolta musica a volume troppo alto. E si danneggia l’udito”.

L’istituto britannico per le persone affette da sordità è preoccupato soprattutto per il dilagare della moda dei lettori mp3, il più famoso dei quali è proprio l’iPod. Lo scorso anno ne sono stati venduti 8 milioni nel solo Regno Unito. “Dovrebbero mettere maggiormente in chiaro, nelle avvertenze in ogni confezione di apparecchi, i rischi che si corrono per l’udito ascoltando la musica a volume troppo alto”, dice il Rnid che aggiunge: “Chi ascolta musica con gli mp3 dovrebbe dotarsi di filtri per le cuffie o per gli auricolari capaci di ridurre i rumori di fondo, in modo da non rendere necessario alzare il volume della musica”.

Secondo i dati di un’indagine condotta dall’istituto. “72 giovani su 110 intervistati ascoltano il proprio mp3 a oltre 85 decibel“, cioè a livelli superiori a quelli registrati in una strada trafficata (70 decibel) e poco meno di quelli emessi da un martello pneumatico (100 decibel). “In pratica – dicono gli esperti del Rnid – è come se si accostasse all’orecchio una sveglia molto rumorosa”.

Secondo gli standard fissati dal’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), sottoporre l’orecchio a 85 decibel per oltre un’ora provoca danni all’udito. Da qui le preoccupazioni dell’ente britannico, visto che sempre secondo la loro indagine oltre la metà dei giovani ascolta il proprio mp3 ben più di un’ora al giorno. Alcuni anche oltre le 21 ore a settimana. Soprattutto – enfatizza il Rnid – non c’è abbastanza consapevolezza tra i giovani sui possibili rischi al proprio udito: “Il 58% degli intervistati – spiega l’istituto – non era a conoscenza dei pericoli per la salute del proprio orecchio e il 79% sorvola, quando legge le istruzioni del nuovo mp3, le avvertenze al consumatore”.

Da adnkronos web
Lo uso anch’io sia per la musica che per interessanti trasmissioni radiofoniche, questa notizia e’ rivolta ai giovani, la tendenza d’ascoltare musica a volume altissimo e’ tipico di quell’eta’,
Con i toni usati nelle discoteche non puo’ essere diverso l’uso, purtroppo.
Un consiglio preventivo per non diventare sordi, chi ha buon senso ne prenda atto.
Ipod-Mp3, attenzione all’uso.ultima modifica: 2007-09-07T22:18:42+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento