Ebbene si,sono stato nominato dal noto corrierone della sera web.

«Bravo, vai avanti così». «Una buccia di banana»
Liste civiche, il popolo del V-day si divide
L’iniziativa lanciata da Beppe Grillo nel suo blog provoca reazioni contrastanti fra i suoi lettori



Il blog di Beppe Grillo
Il blog di Beppe Grillo

MILANO – «Tocca a noi, muoviamoci». «No, è ancora troppo presto». «È la naturale evoluzione del fenomeno». «Macché, è una buccia di banana». La proposta di Beppe Grillo di trasformare i gruppi del V-day in liste civiche («quelle che aderiranno ai requisiti avranno la certificazione di trasparenza “beppegrillo.it”», scrive il comico nel suo blog) sta provocando reazioni contrastanti fra i suoi stessi sostenitori. Sono già centinaia le risposte al messaggio pubblicato sul web (del resto, il sito di Grillo è frequentatissimo). E dopo il successo del V-Day, molti appoggiano l’iniziativa: «È la scelta migliore – scrive Fabio Cavinato, uno dei frequentatori del blog – la gente deve capire che bisogna muoversi in prima persona. «Devo ammettere che l’idea è significativa – aggiunge Dario Spedale -. Ma piuttosto che procedere come cani sciolti all’assalto della carovana, direi che alla base delle liste civiche comunali vi debba essere una forma di coordinamento a livello nazionale». Alessandro Ventura si augura che l’iniziativa vada in porto, «anche se è difficile, quindi io dico di continuare ad essere uniti». «Non credo che Grillo voglia entrare in politica o fondare un nuovo partito – scrive Benedetto Santino – ma solo creare una rete che si appoggia al blog per scambiarsi opinioni ed idee».

CONTRARI – Non mancano però gli scettici. «La proposta relativa alle liste civiche “spontanee” – scrive Arturo Castelli – è buona e al tempo stesso pericolosa». Più netto il giudizio di Ivo Serentha: «Di veder sorgere decine di liste civiche mi fa rabbrividire, siamo il paese dei mille partitini, dal partito dell’automobilista a quello dei pensionati, una babele senza senso: se si vuole creare una lista civica innovativa, ne nasca una che sviluppi il senso innonativo del V-day». «Beppe, per favore ora datti una calmata – è invece l’invito di Alfredo B – non ti allargare troppo, eh! Fai il bravo altrimenti rischi di sciupare tutto». Un frequentatore del blog che si firma Duncan MacLeod afferma che «è troppo presto per questa idea. Non che la reputi sbagliata. Anzi in linea di principio questa è una delle cose che dovranno essere fatte. Ma in una casa – conclude – ci si va a vivere dopo che è passato il servizio derattizzazione, non prima». «Perché bisogna creare un’altra Italia – aggiunge Fabio A. – non partecipare all’agonia di quella che già esiste».

Germano Antonucci

dal corsera web

Sotto indicazione del mio amico Mario,voce da Bruxelles, e’ stato inserito anche parte del mio commento postato su beppegrillo.it, a riguardo delle liste civiche proposte, sul corrierone della sera.

Piu’ che contrario, scettico,davo umilmente un consiglio a Beppe, se deve nascere questa idea politica di contestazione al vecchio sistema, che non sia quella delle mille voci, bensi’ una voce unica, come babele questo paese e’ gia’ a livelli stratosferici, paese dei mille campanili, ora mi auguro che non nascano anche le mille sfaccettature del V-day grilleschi.

Un’ultimissima considerazione, tra dire e il fare esiste davvero un mare oceanico, non basta la lista civica, bisogna reperire i pochi italiani virtuosi, quelli che non si faranno invischiare da questo sistema, ogni governo e politici al seguito, e’ lo specchio d’un paese.

Auguri, che la giornata del v-day non sia solo un ricordo spettacolare nel tempo.

Ebbene si,sono stato nominato dal noto corrierone della sera web.ultima modifica: 2007-09-22T20:10:51+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento