Padoa Schioppa, ladies and gentleman, ed ecco a voi l’economo che arrivo’ da un altro pianeta….

Padoa Schioppa ROMA, 5 ottobre 2007 – Non si placano le polemiche sulla gaffe del ministro dell’Economia, che in tempi di antipolitica e di emergenza-precari dà dei ‘bamboccioni’ ai giovani italiani che restano a vivere in casa fino a 30 o 40 anni. Dopo l’ira dei nostri lettori, documentata dal sondaggio e dalla valanga di commenti, ora si registrano le prese di distanza praticamente di tutto il Parlamento. Vediamo. 

 

BONANNI: I BAMBOCCIONI SONO I BENESTANTI

Il problema dei ‘bamboccioni’ riguarda soprattutto i figli di famiglie benestanti: ne è convinto Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, che ha commentato coi giornalisti le affermazioni di ieri del ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa. Bonanni, che ha parlato a margine del Consiglio Generale della Cisl Toscana, ha spiegato di condividere la suia analisi, “perché i giovani rimangono a lungo in casa: ma il problema riguarda i giovani delle famiglie benestanti”, laddove invece “i figli delle famiglie in difficoltà o emigrano dal Sud al Nord, o vanno all’estero”.

Secondo il leader della Cisl, infatti, “i figli delle famiglie benestanti, anche per complicità dei genitori, vengono presi dalla ‘sindrome di Tanguy’. Quindi, se Padoa-Schioppa è convinto di quello che dice, si deve convincere che il problema riguarda le famiglie benestanti, dove i genitori vanno rimproverati perché sono più viziati dei figli”. Per Bonanni infatti “è per le famiglie in condizioni economiche precarie che bisogna costruire ipotesi di impegno lavorativo qui, in modo tale che le energie non si sprechino, e che i giovani possano rimanere a lavorare almeno in Italia e preferibilmente nella regione di origine”. 


GASPARRI: ARROGANZA SCONCERTANTE

“E’ sconcertante l’arroganza di una persona come Padoa Schioppa che tratta i cittadini col disprezzo autoritario di chi è estraneo ai meccanismi della democrazia e della raccolta del consenso. I bamboccioni bisognerebbe mandarli a casa sua, dove, tra pensioni, prebende e compensi vari, certamente si naviga nell’oro. È un personaggio disprezzabile, e c’è da augurarsi che questo governo non duri a lungo come il buonista Veltroni si augura in interviste di maniera rilasciate ben sapendo che la sorte del governo è appesa ad un filo. Certo, se si dovessero dimezzare i ministri, uno da mandare immediatamente a casa è Padoa Schioppa. Ma ci auguriamo che se ne vadano presto a casa tutti insieme e si torni al voto per archiviare un governo arrogante.
I giovani si ribellino contro chi nega loro il diritto al lavoro e concede piccole ed offensive elemosine”.

 

IL FORUM DEI GIOVANI: SIAMO FIGLI DI QUEST’ITALIA

“I trentenni che vivono a casa non sono ‘bamboccionì, sono i figli di quest’Italia!». È quanto afferma il portavoce del Forum nazionale dei Giovani, Cristian Carrara commentando le parole del ministro dell’Economia Padoa-Schioppa, sottolineando che «i ragazzi che restano a casa di mamma e papà oltre i trent’anni spesso sono solo ‘costretti a farlò”.
“La Finanziaria -aggiunge Carrara- prevede detrazioni fiscali sugli affitti per i giovani residenti in una casa diversa dall’abitazione principale dei genitori. Il ministro parla di ‘una misura interessante e importantè.Un’incentivazione a farli uscire visto ‘che restano a casa fino a età inverosimili, non diventano autonomi, non si sposano maì». Ma la realtà dei fatti, secondo Carrara, è ben diversa: «I problemi sono strutturali. Quelli di un Paese che non permette ai giovani di costruire una propria stabilità lavorativa, di accedere a mutui realmente agevolati, che non ha misure sufficienti a sostegno dei giovani che decidono di uscire da casa. Per fortuna che la famiglia si conferma ancora oggi il più efficace ammortizzatore sociale del nostro Paese».

“Certo – continua Carrara – le misure prese in finanziaria possono essere forse un buon inizio, ma non bastano: servono riforme, i giovani sono la reale possibilità di sviluppo del Paese perchè rappresentano il futuro”

 

EPIFANI: MILLE EURO NON BASTANO

“Forse quella del ministro Tommaso Padoa-Schioppa è una battuta, non è così naturalmente”. Guglielmo Epifani, segretario generale della Cgil, risponde così ai giornalisti che gli chiedevano un commento sulla definizione di ‘bamboccionì data ieri ai giovani italiani dal ministro dell’Economia.
«I ragazzi italiani hanno problemi», ha osservato Epifani, aggiungendo: non è dando mille euro per l’affitto che «si risolve il problema. Per me è più importante dare vita a un piano di costruzione di alloggi».

 
ADINOLFI: L’INSULTO E’ NELLA MANCETTA

 ”Tommaso Padoa-Schioppa i suoi sessantotto anni li dimostra tutti. Davanti alla frase sui ‘bamboccioni’ verrebbe da dire che attendiamo le scuse da un ministro-pannolone che non conosce il paese che governa”. Lo sostiene Mario Adinolfi, candidato segretario del Pd. ”L’insulto e’ nella mancetta ridicola che viene indicata come cura al problema dei giovani di trovare una propria abitazione autonoma. Cosi’ come altri insulti sono  i 10 miliardi di euro, costo della riforma previdenziale varata il 23 luglio scorso, presi prevalentemente dai co.co.pro. per permettere ai nostri genitori di andare in pensione a 58 anni con l’80% dell’ultima retribuzione e il tfr, mentre noi ci andremo a 65 anni, con il 50% dell’ultima retribuzione e senza tfr”.

Adinfoli lancia poi cinque proposte al ministro dell’Economia: ”quota 100 per andare in pensione, ammortizzatori sociali, azzeramento dei tassi dei mutui per le giovani coppie, contributo di solidarieta’ del 3% sulle pensioni superiori ai tremila euro mensili, costruzione di un fondo per incentivare i giovani ricercatori italiani a non andare all’estero”.

 

VELTRONI: BATTUTA INFELICE, I RAGAZZI MERITANO RISPETTO

 «È una battuta, ma non la considero una battuta felice». Il sindaco di Roma e candidato alla segreteria del Pd, Walter Veltroni, commenta con queste parole la dichiarazione fatta ieri dal ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, che nel corso della sua audizione al Senato ha sollecitato «i bamboccioni», ovvero gli ultratrentenni che ancora vivono in casa con mamma e papà, a darsi da fare. «La condizione di vita di quei ragazzi -ha commentato Veltroni intervenendo a ‘Radio Anch’iò- è il principale problema di questo paese. I ragazzi oggi affrontano un viaggio nell’incertezza e meritano non solo il rispetto ma anche l’accompagnamento nella ricerca di opportunità».

 

LETTA: IL PROBLEMA DEI ‘BAMBOCCIONI’ E’ OGGETTIVO

“Quella del ministro Padoa Schioppa sui ‘bamboccioni’ è stata un’espressione poco felice. Anche per motivi generazionali mi sento vicino a questi giovani. Il problema è oggettivo, una serie di impedimenti ostacola il cammino dei ragazzi verso lavoro, casa e famiglia”.

“Certo ai problemi oggettivi si aggiunge un fattore culturale, nel nostro paese c’è poca propensione al rischio, e la mia candidatura alla guida del Pd vuole essere anche un incoraggiamento a rischiare, a non rifugiarsi nelle tutele”, ha aggiunto Letta.
Nel merito della Finanziaria, Letta ha ricordato che “la direzione di marcia è quella giusta in favore dei giovani, grazie tra l’altro agli sgravi fiscali e agli interventi sull’Ici”.

Da il resto del carlino web

Si cerca di minimizzare da piu’ parti, chiaramente dalla maggioranza, che sia stata una battuta infelice, ci potrebbe stare, ma proferita dal ministro dell’economia, una figura cosi’ apparentemente seria!!!

Mi domando ma questo sapiente vecchietto arzillo, mica poi tanto, chi frequenta dopo le ore passate sulla scrivania per far quadrare i conti, ha mai fatto una riflessione su cosa sia l’integrazione nei posti di lavoro non solo per i piu’ giovani, riesce a distogliersi dalle sue formule magiche economiche, ho frequenta mediamente gente altolocata, dove effettivamente esistono giovani ben nutriti, foraggiati,fankazzisti,con autovetture scintillanti.

Le categorie dei bamboccioni li cerchi in quelle sfere.

Forse nel suo piccolo mondo,chissa’ quale pianeta si chiama, fa d’un erba un fascio,in modo ridicolo, mi raccomando dalle prossime uscite, se non salta Prodi con gran parte dei filistei, il welfare e’ uno scoglio molto duro, Ferrero,Dini, mi sembrano due antitesi di pensiero, si aggiorni prima di sparare, sono magnanimo, cavolatine…….

Nei mondo dei bamboccioni,le cazzatine sono all’ordine del giorno.

Padoa Schioppa, ladies and gentleman, ed ecco a voi l’economo che arrivo’ da un altro pianeta….ultima modifica: 2007-10-05T21:06:20+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Padoa Schioppa, ladies and gentleman, ed ecco a voi l’economo che arrivo’ da un altro pianeta….

  1. Lui,come il totale resto della partitocrazia,sono responsabili del costo della vita che,oggi come oggi,non solo non fa più uscire i giovani dalle mura domestiche,ma rende la vita difficoltosa anche a chi l’ha fatto.Con gli attuali stipendi,correlati al costo della vita,un operaio con famiglia alla fine del mese deve stare attento a non bere una coca-cola di troppo.Ciao,Giorgio.

  2. Bilderberg Conferences reference page: Secret lobbying for Anti-Democratic European Superstate by Western Elite

    Visitate il sito del Bilderberg . org nella sezione rappresententi italiani. E’ sconvolgente! Ci sono tutti: Padoa Schioppa,Mario Draghi, Tronchetti Provera, Tremonti, Mario Monti, la lista è veramente lunghissima………..Altro che P2 e Gelli. Verificate voi stessi chi controlla la politica delle varie nazioni……

  3. Mi piacerebbe tanto poter chiedere al ministro Schioppa che cosa fà quando partecipa alle riunioni annuali del gruppo Bilderberg?

    Bilderberg Conferences reference page: Secret lobbying for Anti-Democratic European Superstate by Western Elite

    Visitate il sito del Bilderberg . org nella sezione rappresententi italiani. E’ sconvolgente! Ci sono tutti: Padoa Schioppa,Mario Draghi, Tronchetti Provera, Tremonti, Mario Monti, la lista è veramente lunghissima………..Altro che P2 e Gelli. Verificate voi stessi chi controlla la politica delle varie nazioni……

  4. Ciao Giorgio, il precariato portato all’eccesso non puo’ che essere motivo di insoddisfazione, troppo comodo bacchettare alcuni aspetti dei giovani, sono stati per decenni “drogati” al successo, vita brillante tramite i media, come un vecchio detto afferma, non si puo’ avere la botte piena e la moglie ubriaca.

    Buona serata, ivo.

    Che dire Giovanni, questa realta’ del bilderberg non la conosco, posso da ignorante in materia affermare che i poteri economici sapientemente si organizzano per tenere ben saldo il timone verso i potentati bancari e finanziari, con la loro politica arricchiscono sempre di piu’ i soliti noti.

    Noi piccole formichine possiamo solo prendere atto e poco piu’.

    Un saluto a te, ivo.

Lascia un commento