Welfare, piccole modifiche di senso umanitario a mio parere.

I ministri della sinistra estrema si astengono. Mussi e Pecoraro: sì con riserva
Salta il tetto al numero dei lavoratori impegnati in attività usuranti

Welfare, via libera del cdm
Il governo modifica il protocollo

<B>Welfare, via libera del cdm<br>Il governo modifica il protocollo</B>

Padoa-Schioppa, Prodi e Ferrero

ROMA – Via libera del consiglio dei ministri al protocollo sul welfare. Seppure con qualche modifica, che adesso dovrà passare l’esame del Parlamento, l’esecutivo ha superato il delicato passaggio. Alla fine i ministri Paolo Ferrero di Rifondazione e Alessandro Bianchi del Pdci si sono astenuti, mentre il verde Alfonso Pecoraro Scanio e l’ex diessino Fabio Mussi hanno dato un “sì con riserva”.Tutti favorevoli gli altri. Adesso il protocollo sarà presentato in forma di disegno di legge alla Camera e sarà collegato alla Finanziaria. Dovrebbe, quindi, essere approvato nella sessione di bilancio.

Le modifiche.
Al pacchetto sono state apportate alcune modifiche che vanno incontro alle richieste della sinistra radicale. In particolare, è saltato il tetto al numero dei lavoratori impegnati in attività usuranti che possono andare in pensione anticipatamente (nel testo firmato da governo e parti sociali era previsto un limite di 5000 l’anno) e viene prevista una sola proroga per i contratti a termine oltre i tre anni. Inoltre si estende l’utilizzo degli ammortizzatori sociali anche per le crisi ambientali.

Da la repubblica web

Sono piccole modifche che giudico perlomeno piu’ umane, sia per i lavori usuranti,via il tetto e’ auspicabile,che per il lavoro precario, dopo 36 mesi al max una proroga ufficiale sottoscritta, altrimenti i bamboccioni rimarranno sempre tali.

Dai banchi della cisl e confindustriali ci sono critiche, e’ meglio che non commenti, difficilmente mi manterrei in canoni educati.

Welfare, piccole modifiche di senso umanitario a mio parere.ultima modifica: 2007-10-12T20:51:50+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento