Torino, film festival dal 23-11 al 01-12

Ecco il Festival di Nanni Moretti
Nessun film italiano in concorso.
Due retrospettive dedicate a
Wim Wenders e John Cassavetes
ROMA
Saranno dedicate a Wim Wenders e a John Cassavetes le due retrospettive del Torino Film Festival, presentato oggi a Roma e che, dal 23 novembre al 1 dicembre, animerà il capoluogo piemontese. La 25.ma edizione della rassegna diretta da Nanni Moretti presenta 230 film in concorso selezionati su oltre 2500 film visionati, tra corto, medio e lungometraggi. Tanti i nomi che hanno confermato già la loro presenza, Valeria Bruni Tedeschi, Francesca Comencini, Marianne Faithfull, Valeria Golino, Lisa Kreuzer, gli Avion Travel, Fabrizio Bentivoglio, Tinto Brass, Pappi Corsicato, Francesco Rosi, Paolo e Vittorio Taviani e Wim e Donata Wenders.

Torino 25, la sezione principale del festival dedicata alla scoperta dei nuovi autori del cinema contemporaneo, presenterà, almeno per ora, 15 lavori di cui ben sei europei, provenienti da Francia, Germania, Irlanda, Lettonia e Norvegia. Nella sezione “Anteprime”, invece, verranno presentate sette pellicole che, dopo la proiezione al Festival, verranno distribuite in Italia, tra queste, l’atteso film americano di Wong Kar Wai, “My blueberry nights”, “10 items or less” di Brad Silberling e “Once” di John Carney. Per la sezione “Panorama italiano”, dedicata esclusivamente alla cinematografia nazionale quattro sono i film in anteprima mondiale: “In fabbrica”, il documentario di Francesca Comencini dedicato alla figura dell’operaio, “Lascia perdere Johnny!”, prima prova alla regia di Fabrizio Bentivoglio che, con un cast d’eccezione, Toni e Peppe Servillo e Valeria Golino, racconta delle origini della Piccola Orchestra Avion Travel, “Nelle tue mani” di Peter Del Monte e “Signorina Effe” di Wilma Labate che racconta dell’autunno caldo degli anni ’80 alla Fiat.

Tra le altre sezioni interessanti, “Lo stato delle cose” che quest’anno affronterà il ruolo del cinema cone strumento di senso per la realtà contemporanea, e “Italiana doc” che vedrà in concorso 11 titoli tra medio e lungometraggi dedicati al documentario italiano in pellicola o in video. “L’amore degli inizi” sarà, invece, dedicata agli esordi tra fine anni Cinquanta e inizio anni Sessanta di alcuni grandi maestri del cinema italiano come Tinto Brass, Gianfranco De Bosio, Francesco Rosi, i fratelli Taviani e Florestano Vancini che, al termine di ciascuna proiezione, si incontreranno con Nanni Moretti. La versione restaurata di “Dillinger è morto” di Marco Ferreri e di «Maciste nella gabbia dei leoni» di Guido Brignone la cui proiezione sarà accompagnata dal vivo dal gruppo dei Marlene Kuntz, animerà, infine, la sezione “Eventi speciali”.

Da la stampa web
Dispiace su 2500 film visionati non sono stati scelti dei film italiani, evidentemente una certa crisi cinematografica nostrana esiste anche tra autori giovani e meno noti, in questi giorni emerge la polemica con la rassegna romana,contro la concentrazione limitata nel tempo, inserita tra la rassegna di Venezia e appunto quella di Torino, e’ augurabile che la supervisione del regista-attore romano, Nanni Moretti, possa dare lustro alla venticinquennale mostra del cinema cittadino, l’idea d’associare la competizione cinematografica con riflessioni del cinema d’autore d’un tempo mi pare interessante, per chi avra’ il gusto ed il tempo di partecipare ed assistere a qualche pellicola, auguro buona visione.
Torino, film festival dal 23-11 al 01-12ultima modifica: 2007-11-08T22:30:00+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Torino, film festival dal 23-11 al 01-12

Lascia un commento