Bertone,un passato illustre di carrozzeria, da oggi pare calato il sipario

Bertone, la famiglia lascia
blocco stradale dei lavoratori
Si vuole evitare il fallimento
TORINO
La famiglia Bertone, proprietaria della storica carrozzeria torinese, si appresta a uscire di scena, avviando per l’azienda una procedura concorsuale. Contro questa notizia, comunicata all’Amma (l’associazione delle imprese metalmeccaniche di Torino), oggi circa 600 lavoratori sono scesi in piazza e hanno effettuato blocchi stradali per due ore davanti allo stabilimento di Grugliasco.

Durante la protesta ci sono stati momenti di tensione quando alcuni automobilisti hanno cercato di superare il blocco e un lavoratore è stato urtato senza riportare ferite. L’intenzione della famiglia è quella di evitare il fallimento avviando il concordato preventivo o l’amministrazione straordinaria. I 1.300 lavoratori sono in cassa integrazione in deroga fino al 31 dicembre e non è stata avviata alcuna procedura di mobilità.

«La situazione – commenta Lino La Mendola della Fiom – è molto grave. I lavoratori hanno fatto tutto quello che era stato loro chiesto e oggi si trovano senza una soluzione di carattere industriale e quindi occupazionale. L’azienda, a causa di un management non all’altezza, e le istituzioni non sono state in grado di trovare una soluzione. E il mondo delle imprese fino ad oggi non ha battuto ciglia».

«Ciò che è accaduto purtroppo non ci stupisce – osserva Giorgio Airaudo, segretario generale della Fiom torinese – perchè manca da tempo una soluzione industriale, nonostante i tentativi della proprietà e senza di questa non c’è futuro. Abbiamo chiesto all’Amma di avviare il confronto per ricollocare i lavoratori in altre imprese, in base all’accordo già raggiunto con la Pininfarina e alle disponibilità della Fiat di Marchionne».

Da la stampa web
In questi anni, soprattutto negli ultimi mesi la famiglia Bertone ha tentato ogni possibile via per cercare una riorganizzazione del gruppo, le sue carrozzerie sono sempre state all’avanguardia, hanno allestito con professionalità moltissime  auto, il suo legame confinato quasi integralmente al gruppo Fiat e non solo, hanno probabilmente determinato l’irreparabile crisi, pareva che ci fosse un progetto su allestimenti camper, ma è tramontato, ora mi auguro per i 600 lavoratori una riconversione in altre realtà automobilistiche nel circondario di Torino e provincia, spiace per la storia dell’azienda, per la città e principalmente per le 600 famiglie che da oggi hanno avuto l’ultima irreparabile sentenza. 
Bertone,un passato illustre di carrozzeria, da oggi pare calato il siparioultima modifica: 2007-11-26T22:04:18+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento