Aids,1 dicembre 2007, giornata dedicata alla lotta e informazione

Dire stop all’Aids e impegnarsi tutti i giorni contro la diffusione della malattia che continua a uccidere più di 5.700 persone ogni giorno, a 25 anni dalla scoperta dei primi casi: è la parola d’ordine della Giornata mondiale contro l’Aids in programma sabato in tutto il mondo. Manifestazioni sono state organizzate anche in Nepal, come mostra la foto: a Katmandu un nepalese ha corredato il suo copricapo con dei preservativi per ricordare l’importanza di fare sesso sicuro.

Dire stop all’Aids e impegnarsi tutti i giorni contro la diffusione della malattia che continua a uccidere più di 5.700 persone ogni giorno, a 25 anni dalla scoperta dei primi casi: è la parola d’ordine della Giornata mondiale contro l’Aids in programma sabato in tutto il mondo. Manifestazioni sono state organizzate anche in Nepal, come mostra la foto: a Katmandu un nepalese ha corredato il suo copricapo con dei preservativi per ricordare l'importanza di fare sesso sicuro(REUTERS/Deepa Shrestha)

Non bisogna abbassare la guardia, ha ricordato l’agenzia Onu Unaids, che pure ha rivisto i suoi dati al ribasso rispetto a precedenti stime. Nel mondo si contano circa 33,2 milioni di sieropositivi o malati di Aids, secondo l’ultimo bilancio pubblicato a novembre. Un anno prima erano oltre 39 milioni. Nella foto un «lavoratice del sessso» indiana gonfia un preservativo come fosse un palloncino per le manifestazioni della giornata mondiale contro l’Aids

Non bisogna abbassare la guardia, ha ricordato l’agenzia Onu Unaids, che pure ha rivisto i suoi dati al ribasso rispetto a precedenti stime. Nel mondo si contano circa 33,2 milioni di sieropositivi o malati di Aids, secondo l’ultimo bilancio pubblicato a novembre. Un anno prima erano oltre 39 milioni. Nella foto un «lavoratice del sessso» indiana gonfia un preservativo come fosse un palloncino per le manifestazioni della giornata mondiale contro l'Aids (REUTERS/Parth Sanyal)

Donne indiane decorano un tram con utilizzando condom come palloncini a Kolkata, in India. Nel Subcontinente l'Aids è una vera e propria emergenza: il Paese è al terzo posto nel mondo per numero di malati. (REUTERS/Parth Sanyal)

Donne indiane decorano un tram con utilizzando condom come palloncini a Kolkata, in India. Nel Subcontinente l’Aids è una vera e propria emergenza: il Paese è al terzo posto nel mondo per numero di malati
Seminaristi nelle Filippine manifestano contro l'Aids (Ansa/Epa)
Seminaristi nelle Filippine manifestano contro l’Aids
In Corea del Sud un attivista travestito da condom promuove le campagne contro l’Aids
In Corea del Sud un attivista travestito da condom promuove le campagne contro l'Aids (Ap)
Bangladesh (Ansa/Epa)
Bangladesh
In Grecia
In Grecia (Ansa/Epa)
Da corsera web
Meglio lasciar parlare le immagini ed un personale consiglio, mai abbassare la guardia su questo fronte, non si muore più direttamente d’aids, ma se infettati complice la massiccia dose di farmaci che si deve ingurgitare,la qualità della vita risulterà compromessa e più breve.

 

Aids,1 dicembre 2007, giornata dedicata alla lotta e informazioneultima modifica: 2007-12-01T14:29:34+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Aids,1 dicembre 2007, giornata dedicata alla lotta e informazione

Lascia un commento