Dichiarazioni poco onorevoli e da cattivo sapore in questa giornata

Giancarlo Gentilini, sindaco di Treviso, ha dichiarato oggi che il suo assessore,Giorgio Bettio,il quale ha espresso voglie di rappresaglie contro gli extracomunitari che delinquono,colpendone altri ignari per rappresaglia, inneggiando i tempi delle SS, d’esser stato strumentalizzato dai media, ma non accontendandosi della difesa d’ufficio del suo pupillo,ha rilanciato che vorrebbe uno vero e proprio stato di polizia nel controllare capillarmente il fenomeno di chi è ospitato in questo paese, parole sue, chi entra in casa mia senza permesso lo foro, nella concitazione dell’espressione equivale gli sparo, sembra d’esser tornati ai tempi del far west.

Ho già commentato in altre occasioni che la sicurezza nel nostro paese, dev’essere riveduta e corretta e inasprita,con giuste leggi e certezze della pena, per la reale situazione presente, ma che sia allargata a tutti i reati, anche quelli di ceto elevato, nei falsi in bilancio depenalizzati,bancarotte,truffe ai correntisti bancari nell’offerta di prodotti azionari e obbligazionari, sapendo in partenza d’imbrogliare le persone sprovvedute, evasione fiscale piccola o grande che sia, lavoro nero o se preferite sommerso.

Sul delirio dalle parti di Treviso, lascio a voi qualsiasi interpretazione.

Roberto Calderoli

 

 

Altro bel fenomeno, da radio 24 stasera ho ascoltato un’altra lungimirante affermazione, nella foto che lo raffigura, ve lo ricordate anche voi, d’aver provocato con la t-shirt scimmiottando le vignette danesi che offendevano il mondo mussulmano, che la sera stessa si sentì pentito di questa sua sceneggiata, veri e propri problemi di coscienza, precisamente ha affermato che lui non è xenofobo ma deve interpretare suo malgrado di portare alla ribalta la xenofobia esistente nel paese.

Giudicate voi il mancato xenofobo che inneggia alla xenofobia, ha effettivamente quadrato il cerchio di cosa ha dentro la scatola cranica.

Emanuele Filiberto

 

Altra dichiarazione quotidiana, sembra che oggi ci sia stato un momento astrale particolarmente delirante, dopo la richiesta portata avanti dai loro avvocati, di chiedere un risarcimento alla repubblica italiana per il loro forzato esilio, ha smentito e ritrattato tutto, a lui e la sua famiglia è sufficiente un euro simbolico, se si accontenta di un centesimo venga da me, simbolicamente glielo vorrei dare per il comportamento che hanno avuto i suoi avi, sulle leggi razziali e per esser scappati nel 1943 a gambe levate invece di proteggere la nazione e la sua gente dall’armistizio e la conseguente rappresaglia tedesca che si collega come un circolo vizioso alle dichiarazioni “nobili” dell’assessore di Treviso.

Dichiarazioni poco onorevoli e da cattivo sapore in questa giornataultima modifica: 2007-12-06T21:00:00+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento