Dal blog di Beppe Grillo, inceneritori e micropolveri

Inceneritori. No comment.

danni_inceneritori.jpg


Ingrandisci la tabella

intervista_Paul_Connet.jpg

Paul Connett, professore di Chimica Ambientale alla St Lawrence University di New York parla degli inceneritori e della strategia “Rifiuti zero“.

Postato da Beppe Grillo il 08.01.08 14:41

il mio commento

Su questo fronte sarei anch’io d’accordo nel non costruire termovalorizzatori,incentivando la raccolta differenziata che se fatta nel modo migliore può arrivare al max al 50-60% dei rifiuti,ma ci rendiamo conto quanto siamo indietro in questo paese sia per le mancate organizzazioni e il poco senso civico, il quale mi risulta molto diffuso.

Spiace affermarlo ma in questo momento contingente non vedo alternative realizzabili,oltre questi ecomostri, se poi vogliamo fare demagogia spicciola, manco fossimo tutti biondi scandinavi o teutonici.

Ogni paese ha il governo che si merita ed anche i propri rifiuti che non riesce a smaltire, ne con video di you tube o convincimenti diretti.

Ogni tanto siamo in disaccordo Beppe,riconoscendo che le micropolveri entrano nel nostro dna,provocatoriamente potrebbe essere positivo,se molti di nostri compatrioti avranno dei mutamenti genetici, se abbiamo cu..lo riusciranno a migliorarsi.

Incrociamo le dita!!!

ivo serentha Commentatore certificato 08.01.08 18:32
Dal blog di Beppe Grillo, inceneritori e micropolveriultima modifica: 2008-01-08T18:37:20+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Dal blog di Beppe Grillo, inceneritori e micropolveri

Lascia un commento