Dal blog di Beppe Grillo, le promesse da marinaio

Le macchine usate di Veltroni

veltroni

YouTube Google Video QuickTime 56k 3GP iPod Video Audio Mp3

Veltroni ha mentito in pubblico a milioni di italiani in diretta televisiva. Nel programma di Fabio Fazio: “Che tempo fa” nel 2006. Voi comprereste una macchina usata o un partito democratico da un bugiardo? La televisione permette di dire il falso. Nessuno lo ricorderà. Nessun giornalista servo lo ricorderà. La Rete invece ha una memoria formidabile.
Topo Gigio disse, prima di essere eletto sindaco part time di Roma per la seconda volta, che dopo il mandato si sarebbe ritirato dalla politica. E affermò con aria di sfida: “Vedremo se sarà vero o no”. Ebbene, sappiamo che è falso. In un altro Paese la sua carriera sarebbe finita, da noi è appena iniziata.

Testo:
Fabio Fazio: Dicono che lo scontro dovrebbe essere tra lei e Casini. Questa voce a lei è arrivata mai?
Walter Veltroni: Guardi, sono arrivate tante voci. Sull’Economist c’era scritto Fini ed io.
Fabio Fazio: Lei c’è sempre però. Questa è la costante.
Walter Veltroni: E’ la sicurezza che non ci sarò. Il fatto di esserci sempre è la garanzia che io non ci sarò. Davvero io considero che se farò di nuovo il sindaco di Roma nei prossimi cinque anni, alla fine di questo secondo quinquennio io avrò concluso la mia esperienza politica.
Fabio Fazio: Davvero?
Walter Veltroni: Sì, perché non bisogna fare politica a vita: bisogna continuare a fare le cose nelle quali si crede facendo altro. Ci sono tante cose che si possono fare. So che quando dico questo tutti mi guardano dicendo “Eh guarda che furbacchione, dice così ma non è vero!”. Ne parleremo tra cinque anni, vedremo tra cinque anni se sarà vero o no.”

Leggi tutti i post della “Casta dei giornali”.

 

V2-day_De_Michelis.jpg
Clicca il video

Postato da Beppe Grillo il 14.01.08 17:55

 

Il mio commento

Rammento anch’io questo suo intendimento forse addirittura più datato,nei suoi progetti dopo il comune di Roma,pareva fosse il volontariato in Africa,evidentemente s’è fatto tirare volentieri per la giacchetta,ormai è considerato il salvatore se non della patria,almeno del centro che più centro non si può.

I suoi ammiccamenti al messia mediatico,potrebbero non fermarsi alla riforma elettorale.

Alle prossime puntate.

ivo serentha Commentatore certificato 14.01.08 18:02
Dal blog di Beppe Grillo, le promesse da marinaioultima modifica: 2008-01-14T18:21:55+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Dal blog di Beppe Grillo, le promesse da marinaio

  1. vabbè… chi non sbaglia scagli la prima pietra…. siamo tutti soggetti a ripensamenti quasi quotidiani… consentiamo anche ai politici di sbagliare o dire bugie……….ma che non sia un’abitudine perchè non siamo fessi come loro credono… ciao Ivo, buona serata Anna

  2. Ciao Anna,

    Del partito democratico m’importa quasi nulla, sarà una miscela di difficile interpretazione, tranne quella elettorale,chunque s’avvicina al centro aumenta la percentuale di voti, tolta quella personalmente non mi troverei su nulla o quasi, con personaggi stile Binetti e compagnia bella.

    Notte a te,Ivo

  3. Eh si Ivo, il PD è forse la vera disfatta della sinistra, sempre che così si possa chiamare, perchè ora come ora, non capisco se Walter è di centro-sinistra o di centro-centro!!! E per altro, come hai detto te, con persone come la Binetti, con il “prossimo alleato” Dini, un eventuale Mastella, sarà veramente la disfatta…

    Notte Ivo

  4. Questa intervista me la ricordo bene e rivederla adesso mi irrita profondamente. Che ipocrisia! Questo cosiddetto partito democratico è come un grano geneticamente modificato. I padri del socialismo si rivolteranno nella tomba. Ciao Ivo, felice di saperti sempre così attento. Io non ci riesco più, sono amareggiata.

  5. Sono i primi passi verso un grande centro, il progetto che si sta determinando, piace anche all’asso pigliatutto,infatti sta dialogando e preso le distanze soprattutto da Fini, una versione riveduta e corretta della balena bianca scudocrociata.

    Ciao Cenerentola, Ivo.

Lascia un commento