WiMax,l’innovativa tecnologia sta per avviare i collegamenti

Oggi scaduto il bando. L’apertura delle buste il 30 gennaio
Il ministro Gentiloni: “Premessa positiva ed importante per la gara”

Asta WiMax, arrivate 29 offerte
per l’accesso a internet senza fili

“Riconfermato l’impegno a ridurre il divario digitale ancora presente in molte regioni italiane”

 

ROMA – Sono 29 le offerte arrivate per le frequenze WiMax presentate al ministero delle Comunicazioni per l’assegnazione delle 35 licenze. E’ infatti scaduto oggi alle 13, il bando dell’asta per le frequenze che consentono l’accesso alle reti di tlc a banda larga senza fili. A dicembre hanno presentato manifestazione di interesse 48 aziende. L’apertura delle buste è stata fissata per il 30 gennaio prossimo.

“La presentazione di 29 offerte per la gara WiMax – ha dichiarato in una nota il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni – costituisce una premessa positiva ed importante per la gara che sta per iniziare”.

“Grazie al WiMax – ha spiegato ancora il ministro – avremo più banda larga. E’ una tappa fondamentale per garantire il diritto all’accesso alla rete come servizio universale. Il governo riconferma in questo modo gli impegni a ridurre il divario digitale ancora presente in molte regioni italiane, ad incrementare la competizione nelle tlc e a favorire l’innovazione tecnologica del nostro paese”.

Nell’elenco dei partecipanti alla gara figurano Telecom Italia, Wind e Fastweb. Le altre aziende in lizza sono: Mercurio fvg; Brennercom; Consorzio Bit Valley; Central Com; Tourist Ferry Boat; Temix; Medianet Comunicazioni; Aft; System House; Infracom Italia; Acantho ; Uno communications; Ribes Informatica; Hal service – Lan service – Informatica system – Tex97 – B.B.bell; Teleinform; Ariadsl; Elettronica industriale; Energia e territorio; Progetto due; Trentino network; Abruzzo engineering ; Toto costruzioni generali; Assomax – Nettare ; E-via gruppo Retelit ; Flynet; Dci – Unipersonale ; Media p.a.; Mgm productions – Profit group; City carrier ; New telecommunications srl – Memo- Fin.se.co- Itq consulting – New television.

Da la repubblica web

Un pò in ritardo ma lieta notizia si sta materializzando, importante per tutte le zone dove in questo momento non sono possibili collegamenti adsl,banda larga, nello stesso tempo saranno possibili più offerte di mercato, pare che questa tecnologia consentirà una velocità di servizio più potente di quella raggiunta col filo e fibre ottiche.

La diffusione della rete con questa possibiltà potrà allargare i  suoi orizzonti, con il processo di liberalizzazione WiMax la libera informazione alquanto latente in Italia ne sarà beneficiaria.

WiMax,l’innovativa tecnologia sta per avviare i collegamentiultima modifica: 2008-01-21T18:24:16+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento