Medioriente,l’odio barbaro che contribuisce alla distruzione sociale di questo pianeta

(il postino delle sei) – a volte un restyling s’impone: la svastica adesso ha sei punte!

ho sempre combattuto chi sosteneva che le vittime di ieri sono diventati i carnefici di oggi, e non intendo mutare una virgola: le vittime stanno sottoterra, i carnefici hanno bisogno di calpestare il suolo coi loro stivali.

Ma quando sento il vice-ministro israeliano della difesa Matan Vilnay affermare che, se non cesserà il lancio dei razzi kassam, sarà Shoah, devo giungere alle conclusioni del titolo. Shoah è una parola che nessuno può permettersi di stuprare, facendola diventare minaccia. Vilnay vergognati: vergognati di aver infangato la memoria, e vergognati delle pietose scuse che hai fornito in merito, degne di chi, oltre a non averla, la dignità non sa neppure cosa sia… del resto la propensione allo stupro, se la memoria non m’inganna, non è cosa nuova per massimi dirigenti dello stato d’israele.

Le vittime di ieri non sono i carnefici di oggi, ma il simbolo che identificava le vittime di ieri può identificare i carnefici di oggi. Per questo motivo mi tocca ammettere un errore: se al Salone del Libro di Torino non sarà specificato che ospiti d’onore saranno gli scrittori israeliani, e non lo stato di Israele, nonostante gli articoli scritti, passerò dalla parte di chi propone il boicottaggio.

Ho appreso che avete l’abitudine di appoggiare una pietra sulla lapide di coloro che sono stati giusti. Io appoggerò questa pietra sui tumuli degli otto bambini palestinesi che sono morti ieri, restituendo loro quella pietra che hanno scagliato nella vostra direzione per rivendicare il diritto alla libertà e ad una vita dignitosa.

Complimenti per l’articolo Riccardo,sapientemente e con la tua cultura hai postato un commento splendido se non fosse per la tragicità dell’argomento,se è pur vero che non esistono diavoli da una parte e santi dall’altra, ma le reazioni d’Israele sono mastodonticamente criminali, questa posizione barbara non farà altro che scatenare l’odio internazionale, il fondamentalismo e il terrorismo, lo affermo con la morte sul cuore.

Inserisco il tuo articolo sul mio spazio,meglio diffondere l’indignazione.

Ciao Ivo

Immagine da Gaza,Palestina

Medioriente,l’odio barbaro che contribuisce alla distruzione sociale di questo pianetaultima modifica: 2008-03-01T23:35:34+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Medioriente,l’odio barbaro che contribuisce alla distruzione sociale di questo pianeta

  1. solo un grazie, ma un grazie di cuore per aver riportato un articolo che mi è costato sofferenza, ma che è nulla rispetto a quella che provo nel fissare la foto qui sopra.
    Una sola aggiunta: basta! E se fissate questa foto con gli occhi della politica, se non ci vedete un bambino, chiamate i corvi a cavarveli!

    grazie Ivo

  2. Come già espresso, avrei inserito in ogni caso un post su quest’ultima tragedia orribile, il pensiero sul tuo spazio mi ha colpito, hai espresso concetti che molti di noi condividono, un incomprensibile gioco al massacro senza fine,anzi dopo il raid aereo e il bombardamento stanno progettando un attacco terrestre,stanno vanificando per l’ennesima volta gli sforzi seppur difficilissimi di una ipotetica pacificazione, prevedo l’intensificazione terroristica globale.

    Ciao Riccardo, Ivo

Lascia un commento