Non vedenti per fini pensionistici, ma con patente di guida,anche questo è il nostro paese

Con l’operazione “Gerico”, svolta in tutta Italia, le fiamme gialle hanno individuato
chi truffa l’Inps e percepisce pensioni di invalidità. Denunciati anche medici compiacenti

Ciechi con la patente e il porto d’armi
La Gdf maschera i falsi non vedenti

ROMA – Ciechi, ma con la patente di guida o il porto d’armi. Capaci di andare a caccia e di giocare al videopoker. Per anni – in alcuni casi anche trenta – hanno preso la pensione: un totale di 3 milioni e 800 mila euro indebitamente percepiti. Ora sono stati scoperti dalla Guardia di finanza, che ha denunciato per truffa ed altri reati 82 persone, tra finti non vedenti, medici e componenti delle commissioni che ne hanno attestato la (finta) invalidità.

Il blitz – compiuto dagli uomini del colonnello Fernando Verdolotti, comandante del nuovo Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie – è stato chiamato “operazione Gerico”, e si è svolta su tutto il territorio nazionale.

La prima mossa è stata quella di esaminare le posizioni fornite da Inps e Inail relative ai 55.599 titolari di pensioni ed indennità di accompagnamento per cecità totale. Le informazioni sono state incrociate con quelle contenute in diverse banche dati in uso alla Guardia di finanza, ad esempio quelle dei possessori di patente di guida o di porto d’armi: si è arrivati così a 371 soggetti “a rischio”, sospettati cioè di aver percepito sussidi per invalidità senza i requisiti di legge.

La maggior parte dei controlli positivi (23,64%) si sono avuti in Campania, seguita da Lazio (14,55%), Sicilia (14,04%) e Calabria (12,73%); l’unica regione dove non è stato accertato alcun caso è la Basilicata.

I finti ciechi, hanno spiegato le Fiamme gialle, percepivano mediamente una pensione di un migliaio di euro al mese. E tra loro c’è anche chi, negli anni, ne ha accumulati oltre 200 mila. 

Da la repubblica web

Molto probabilmente tutti questi soggetti pizzicati dalla guardia di finanza non avranno proprietà, quindi lo stato non potrà rivalersi per il rimborso del maltolto, ma i professionisti che hanno rilasciato i certificati che attestavano la cecità, ecco in questo caso oltre la radiazione, una confisca integrale delle loro proprietà ove sia possibile, solo in questo modo si potrà ottenere un minimo di giustizia, non dimenticando l’apertura delle patrie galere per tutti quanti.

Come ho titolato, anche questo schifo diffuso coabita in mezzo a noi.

Non vedenti per fini pensionistici, ma con patente di guida,anche questo è il nostro paeseultima modifica: 2008-03-21T18:20:00+01:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento