Milano expo 2015, alla città lombarda la prossima edizione

Expo 2015 assegnata a Milano

PARIGI (Reuters) – Milano ospiterà la prossima Esposizione internazionale del 2015. Sconfitta la turca Smirne, l’altra città candidata.

La notizia è stata data dai portavoce del sindaco di Milano Letizia Moratti e da quello della provincia, precisando che ci sono stati 86 voti a favore del capoluogo meneghino contro i 65 ottenuti da Smirne.

Il risultato non è ancora stato confermato dal Bureau International des Expositions (Bie) a Parigi.

Milano — che ha costruito il suo progetto per l’Expo 2015 sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” — si è impegnata a ospitare 7.000 eventi in sei mesi di esposizione, che si svolgerà nei pressi dell’area fieristica di Rho, a nordovest di Milano, su una superficie di 200 ettari.

Il budget dell’evento è di 4,12 miliardi di euro (3,228 miliardi per infrastrutture, 892 milioni per l’organizzazione).

Problemi come il futuro dell’aeroporto internazionale di Malpensa, ridimensionato nei nuovi piani di Alitalia, ma anche le reazioni internazionali al rischio diossina nella mozzarella di bufala campana, avevano fatto temere per il successo della candidatura italiana.

[ da reuters web ]

Dovrò approfondire se questa enorme manifestazione potrà esser un buon affare per la Lombardia e per l’Italia, si dovrebbero analizzare le precedenti edizioni e i riflessi in quelle aree nel futuro immediato, da fonti legate all’opposizione della giunta milanese, pare che sarebbero state altre le priorità.

In ogni caso buona fortuna Milano.

Milano expo 2015, alla città lombarda la prossima edizioneultima modifica: 2008-03-31T19:01:07+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Milano expo 2015, alla città lombarda la prossima edizione

  1. Gia’…sarebbe di certo una bella vetrina, per l’Italia.
    Speriamo che anche questo evento non venga gestito “all’italiana”, come gia’ e’ successo con altre manifestazioni che alla fine hanno arricchito i soliti noti e lasciato sul campo una montagna di infrastrutture abbandonate a se stesse. A queste condizioni…le priorita’ sarebbero davvero altre….
    Buon pesce d’aprile!
    Anna

  2. Grazie anche a te, ho pubblicato sul mio spazio il pesce d’aprile anzianotto, se lo è regalato da solo, su Milano-expo devo documentarmi su altre esperienze e le reali potenzialità che rimangono finita la kermesse, sui progetti cosiddetti italiani, ma siamo nella regione d’hoc da questo punto di vista, se anche i lombardi si faranno trovare con le mani nella marmellata, allora si salvi chi può….

    Mai dire mai, però!!!

    Ciao Anna, Ivo

Lascia un commento