L’elezione vista dalla satira

20080415_walterloo.gif

Tra le più belle, questa vignetta fotografa la situazione,con Bertinotti suonato e il Uolterone alle prese con una percentuale di votazione poco brillante, manco Rutelli nel 2001 era così distante dal messia,se la vera sinistra è sparita,anche il se po fa o il yes we can suonano davvero male, nonostante le mancate stroncature del risultato dell’elezione, tutto sommato alla maggior parte dei media è sufficiente che il mancato volontario in Africa ha praticamente fatto esplodere il centro-sinistra.

9 punti di distacco dalla destra,se aggiungiamo Casini potevano esser 14, un risultato disastroso, sono milioni di voti che difficilmente potranno esser recuperabili, almeno per i prossimi anni.

Ora parla di governo ombra, un’affermazione davvero sibillina.

Il voto moderato centrista sarà per lui un incubo,non se lo sono filato in queste settimane di tambureggiamento mediatco, difficilmente cambieranno idea.

Infine lui il neo Imperatore italico, insieme a Bossi,vice Re,saranno gli artefici dei prossimi anni, qualche attrito con gli ex di Alleanza nazionale,ma patteggeranno, con 100 deputati alla camera e 60 senatori in più,difficilmente spunteranno i brancaleone vari alle crociate,stile Turigliatto e ceppalonici affini delle vittorie prodiane, assolutamente comparabili alle vittorie di Pirro.

Buona fortuna a tutti voi,che io mi lecco le ferite.

L’elezione vista dalla satiraultima modifica: 2008-04-15T18:40:00+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “L’elezione vista dalla satira

  1. Diciamolo al modo di Ignazio La Russa,a mo di Fiorello, non potrei mai,esistono oceani di distanze politiche,i forza italia sono assolutamente doverosi da parte dei vincitori quasi in modo bulgaro,vedremo se tutte le sante promesse andranno in porto, togliere Ici,bolli e munnezza a Napoli non sono soluzioni facilmente praticabili,sulle prime mi devono spiegare in modo esaustivo come potranno finanziarsi i comuni in modo diverso rispetto ai mancati prelievi e nella situazione campana la criminalità organizzata se ne fa un baffo di un governo che cambia colore, prova ne è, che dal 2001 al 2006 la situazione non è mutata, anzi i rifiuti tossici dal nord eccome che arrivavano…..

    Saluti Irish,Ivo

Lascia un commento