25 aprile Torino,due piazze e due avvenimenti

18/4/2008 (8:7) – LE DUE PIAZZE: IL VAFFA DI GRILLO E I PARTIGIANI

Liberazione rock
Piazza S.Carlo
Il 25 aprile Vaffa day in piazza San Carlo e concerti in piazza Castello con la Regione

La protesta è una piccola Woodstock
Una festa di piazza, un happening dal vago sapore woodstockiano, una marcia di protesta civile. Tutto questo sarà, nelle intenzioni degli organizzatori, il V2day, il Vaffa day seconda edizione, lanciato da Beppe Grillo in tutta Italia per il prossimo 25 aprile. Teatro principale della giornata di partecipazione popolare sarà piazza San Carlo a Torino, su cui si abbatterà l’onda di musica, colori, protesta e indignazione delle mille anime che guardano a Grillo come riferimento.

Ad animare la piazza, a dare voce e grida al malcontento popolare, è attesa Sabina Guzzanti, ma si parla anche di Luciano Ligabue e Biagio Antonacci. E ancora Leo Pari, Piotta e Radici nel Cemento,

Piazza Castello

Note e parole per non dimenticare
Molti nomi importanti calcheranno il palco di piazza Castello per il concerto del 25 Aprile. Dalle 15,30 a sera Marlene Kuntz, Eugenio Finardi, Gianmaria Testa, Lou Dalfin, Luca Morino e tanti altri celebreranno in musica la Festa Nazionale della Liberazione. Una giornata di note e parole per non dimenticare. Le esibizioni saranno intervallate dalle letture di studenti delle scuole medie e di rappresentanti delle Associazioni della Resistenza del Piemonte, che martedì 22 alle 10,30 commemoreranno i fucilati alla caserma di via Asti, e mercoledì 24 organizzeranno la fiaccolata, con partenza alle 20,30 da piazza Arbarello.

[ da la stampa web ]

Nella giornata del 25 aprile due eventi di questo genere rischiano d’oscurarsi vicendevolmente,la scelta di Grillo non poteva che accavallarsi in qualsiasi città,la giornata della liberazione viene fortunatamente commemorata in tutta la penisola, spero ancora per molto tempo, considerato il disinteresse di buona parte della destra di questo paese.

La nota positiva delle due piazze dedicate per motivi diversi, è la vicinanza, sono divise da Via Roma in poco più che 200 metri,ma non avendo il senso di obiquità, toccherà salterellare o almeno strusciare tra la folla.

Peccato non aver organizzato la kermesse di Grillo nel week end l’indomani.

25 aprile Torino,due piazze e due avvenimentiultima modifica: 2008-04-21T18:33:47+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “25 aprile Torino,due piazze e due avvenimenti

  1. Ciao Ivo,

    Forse non tutti i mali vengono per nuocere. Nel senso che si, forse c’e’ rischio che si oscurino, ma forse che va alla manifestazione poi firma anche per il v-Day e forse per una volta ci si potrebbe accorgere che si tratta in molti casi delle stesse persone e che forse sarebbe il caso di unificare queste voci di dissenso per far si che il loro (nostro) grido di disappunto sia più forte. Voglio una sinistra forte, plurale, unita che sappia discutere anche con disaccordi interni e che sappia agire da sinistra…facendo cose di sinistra e molte cose di Grillo sono secondo me veramente di sinistra….

    Buona notte
    Ciao
    Michele

  2. Ma protestare contro che cosa? Ma Beppe Grillo è il peggiore dei sinistri, è il simulacro dell’inconcludenza della sinistra come Nanni Moretti ed i suoi girotondi. Ma quand’è che la sinistra avrà mai qualcuno in grado di fare qualcosa di veramente pratico ed utile e non sia un teologo del disfattismo nazionale?
    Ma dai! Che schifo di manifestazioni fate con gente che ancora va in giro con bandiere rosse, falci e martello, Che Guevara, a gridare “10, 100, 1000 Nassyria”, “resistenza ora e sempre” ed altre castronerie di questo genere? E’ questo il sentimento del 25 Aprile? Speriamo che un giorno ci sia anche la festa di liberazione dal comunismo.
    L’Europa non vi vuole. Hai visto cosa hanno fatto i sindacati italiani con Alitalia? Quella è una cosa veramente di sinistra….

  3. Le firme in questo paese ainoi in molti casi servono pochino, al primo V-day del quale ho inserito delle foto scattate a Torino nel mio spazio,la coda per firmare fu enorme, il movimento di Grillo ha dei buoni propositi,magari condotti dal titolare del blog in modo sconclusionato,bisogna dargli atto che sa muovere le acque efficacemente, cosa si tradurra in pratica è tutto da verificare,tieni presente che il movimento di Grillo è assolutamente fuori da tutte le coalizioni politiche presenti,davvero una cosa indipendente, molti click sul suo blog, tra i più visitati nel panorama mondiale, che tutto ciò si traduca in consenso elettorale in futuro, ho dei dubbi.

    Ciao Michele,Ivo

  4. Confondere Grillo come politico o simpatizzante della sinistra, questo è un errore marchiano, chi segue anche saltuariamente il suo blog,può rendersi conto che spara a zero su chiunque,si può dare atto che muova le acque magari in modo raffazzonato, direi che il suo successo sono le condizioni da terzo mondo sociale,economico,politico di questo paese.

    Non ho idea se il successo dell’esser tra i blog più cliccati al mondo possa trasformarsi in successo politico, ma non è un movimento da trascurare.

    Il 25 aprile è sacro,è la commemorazione di tutto il paese, se esistono alcuni imbecilli di sinistra in questo caso è vergognoso,ma in certe adunate leghiste e di forza nuova, mi pare che di imbecilli ve ne siano da ambo le parti.

    Una famosa massima afferma, la mamma degli idioti è sempre in cinta.

    Buon 25 aprile per chi rammenta la tragedia della seconda guerra mondiale.

    Saluti

Lascia un commento