Alemanno sindaco,ultima puntata catastrofica di topo gigio

La catastrofe non poteva che avere l’ultima puntata, mi riferisco all’illuminante topo gigio,ha abbandonato la sinistra rompiballe ed è andato a cercare fortuna nel centro moderato, lo spernacchiamento è stato gigantesco,dopo molti anni torna la destra a Roma, lo avevo previsto che il gigione non avrebbe portato fortuna, ora si è ultimata la verifica, girare pagina al più presto con le sue dimissioni, probabilmente per nulla scontate, ma se vogliono continuare con questo spirito masochista, facciano pure, ormai anche a sinistra si sono svegliati dal torpore,il risultato del day after della sinistra arcobaleno non si ripeterà.

Non voglio girare il coltello nella piaga, ma i ritornelli del se po fa e yes we can, suonano come le campane a morto….

La nostalgia dell’Africa sta per finire,è diventata realtà!!!

Alemanno sindaco,ultima puntata catastrofica di topo gigioultima modifica: 2008-04-28T18:51:44+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Alemanno sindaco,ultima puntata catastrofica di topo gigio

  1. ahi ivo altro colpo al tuo povero cuore?
    rispondo al tema s.marchionne, quanto di più hanno dato loro signori sindacalisti?
    non è appannaggio delle sinistre essere rivluzionari e credimi, per molti versi lo sono molto di più delle sinistre le destre
    monnezza campana :quando ce l’avranno alla bocca troveranno da soli il modo per riciclarla: per quanto mi riguarda che si fottano con la monnezza
    un saluto per una buona serata ivo

  2. Peccato un particolare Pony,che nella medesima coalizione cosiddetta dei neo rivoluzionari votino sia gli imprenditori che gli operai,davvero un mix molto strano,eufemisticamente parlando, ma degustibus,sarà interessante interpretare tutto ciò nei prossimi anni, sono alla finestra e non da un balcone.

    Il presunto colpo al cuore per il sindaco di Roma non è tale, dovresti sempre eufemisticamente parlando, leccare le ferite al futuro volontario in Africa, almeno dalle file del Pd gli comprerei il biglietto.

    Saluti,Ivo

  3. Informarsi è sempre bene, potrebbe esser la delusione del momento,vigilare e martellare fa parte del personale Dna,altrimenti si fa il gioco che lor signori vogliono.

    Archiviamo l’ulteriore brutta pagina e ripeto il concetto riferito al gigione de Roma, errare è umano,perseverare è diabolico, come si può indirizzare la politica nazionale in un senso e pretendere che a livello locale siano tarallucci e vino, meglio che vada a prendere un aereo, se non lo fa l’agonia continuerà.

    Ciao Anna, buon pomeriggio,Ivo

  4. Pur non trovandomi sempre d’accordo con quanto scrivi, trovo i tuoi pensieri interessantissimi spunti di riflessione.
    Nello specifico, ad esempio, che volente o nolente Veltroni abbia dato una scossa importante: da puro ignorante ti dico che l’autoreferenzialità e i discorsi di tutta la sinistra mi ha, negli anni, sempre più deluso. Opinione opinabilissima, ovviamente, ma è ciò che credo.

    Se ti va di fare un salto sul mio blog di tanto in tanto mi fa piacere.

    Ciao

  5. Vedi Gianluca,la scelta di correre da soli come ha fatto il mancato volontario in Africa è del tutto legittima,sono i pessimi risultati della cosiddetta svolta che devono esser archiviati, scusa se ripeto il concetto, ma in questa tornata elettorale il Pd è stato trattato mediaticamente come l’altro colosso di Rodi,nella vita come nella politica toccherebbe esser onesti,incassare la sconfitta e rimettere il mandato,altrimenti si rischia di tagliarsi gli attributi per far dispetto e continuare come se nulla fosse.

    La sua rincorsa ai moderati non ha portato a casa nulla,tranne che far estinguere la sinistra di questo paese accorsa al capezzale nel tentativo d’arginare la destra, a casa mia questo è un 4 a zero senza alcun appello.

    A parte il comune di Roma, vorrei ricordare i numeri,8 punti di percentuale secca dal Pdl,se Casini avesse corso insieme all’asso pigliatutto erano 13,se non ci fosse stata chi non la voleva “dare” al cavaliere, una certa Santanchè,sarebbero stati 15.

    Questi sono i risultati, chiunque nel panorama democratico mondiale avrebbe dato le opportune dimissioni,ma pare che non sia così,mai dire mai però.

    Un saluto,Ivo

  6. Messa così….. Alla matematica non si scappa è vero, forse il fatto che sono a metà strada fra l’essere un ragazzino ed un uomo non mi ha dato la lungimiranza per valutare bene la questione. Chissà.
    Il punto è che a mio modesto parere Veltroni ha introdotto un concetto un po’ diverso dal solito e cioè che siamo tutti sulla stessa barca. Certo, chi è più abbiente ha maggiori scappatoie e/o garanzie, ma è sempre stato così. Personalmente non vedo grossi controsensi nel contemporaneo rivolgersi a più realtà magari diverse fra loro (ma complementari, come può esser il modo dell’impresa e quello del lavoro dipendente).
    Certo, se sto baricentro fosse scivolato a sinistra con qualche settimana di anticipo, forse….

    Un saluto

  7. Come ho dichiarato nel blog di Gomez e Travaglio,impossibile tornare indietro, il baricentro ha portato i suoi frutti, ma non aggiungo altro è dichiarato nero su bianco sia nel loro blog e riportato sul mio.

    Posso solo anticipare che per il volo aereo in Africa ci sarà probabilmente un altro rinvio,un certo lavoretto yes we can l’ha portato a casa.

    Ciao Gianluca,Ivo

Lascia un commento