Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,no don’t can

Che fare?

Foto di operabouffe da flickr.comda Micromega 3/2008 (in edicola)

Anzitutto trasformare in migliaia di mega-poster la foto del Politburo del Pd che circondava Walter Veltroni la sera della sconfitta: lì ci sono tutti i responsabili della disfatta che ha riconsegnato l’Italia a Berlusconi per la terza volta in 15 anni. Perché quello del 13-14 aprile non è stato un buon risultato in condizioni difficili, una mezza vittoria, un ottimo punto di partenza, una prova di aver avuto ragione: è stato una disfatta.  Dunque sarà bene affiggere in tutte le sedi del Pd il poster del Politburo dei perdenti stretti intorno a Walterloo. A imperitura memoria. Così il militante, appena vedrà avvicinarsi D’Alema, Latorre e Fassino ansiosi di “dare un contributo”, li metterà subito alla porta al grido “Unipol, Unipol”. Loro capiranno, avendo contribuito, con le loro telefonate intercettate con Giovanni Consorte e Stefano Ricucci, a far perdere al Pd decine di migliaia di voti di gente perbene che detesta i conflitti d’interessi anche se non riguardano Berlusconi, anzi soprattutto se riguardano la sinistra o presunta tale.

Appena entrerà Anna Finocchiaro, quella che due anni fa si sentiva pronta a sacrificarsi per il Quirinale e che, dopo aver trascinato i Ds all’esaltante percentuale del 5 per cento nella sua Catania, è stata premiata con la candidatura a governatore di Sicilia scalzando Rita Borsellino e riuscendo a prendere 15 punti in meno di lei, verrà accompagnata all’uscita, con l’auspicio che non si faccia mai più rivedere. Se invece dovesse giungere il giovane vecchio Enrico Letta, sarà opportuno domandargli perché nel 2006 abbia chiesto all’Avvocatura dello Stato di difendere la legge Gasparri dinanzi alla Corte europea di giustizia di Lussemburgo contro le legittime pretese di Francesco Di Stefano, che dal 1999 attende le frequenze per accendere Europa7 dallo Stato che gli ha assegnato regolare concessione a trasmettere. Nel caso in cui si presentasse Paolo Gentiloni e fosse sveglio, domandargli perché abbia accettato senza fiatare l’insabbiamento della sua legge sul tetto antitrust per la pubblicità televisiva e di quella che avrebbe spoliticizzato almeno un po’ la Rai, e per giunta non abbia mai provveduto ad assegnare le frequenze a Europa7. A casa anche Livia Turco e Pierluigi Bersani, tanto impopolari tra la gente quanto adorati dai tenutari di salotti televisivi. Inutile precisare dove andranno spediti Colaninno jr., Calearo, Marianna Madia, Daniela Cardinale, Mirello Crisafulli e gli altri candidati inutili o indecenti del Pd. Casomai, infine, si affacciasse all’uscio Uòlter Veltroni e chiamasse ancora Berlusconi “il principale leader dello schieramento avversario”, sarà bene interromperlo, prima che finisca la frase, con un’esclamazione a piacere. E poi regalargli un biglietto per gli Stati Uniti, affinchè possa seguire la campagna elettorale americana e rendersi conto di come Obama tratta Hillary, di come Hillary tratta Obama, e di come Hillary e Obama trattano Mc Cain, e viceversa.

L’articolo completo

http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1895464

Il mio commento

commento di   ivo serentha –   lasciato il 5/5/2008 alle 23:19

A parte le vittorie di Prodi equiparabili a quelle di Pirro,sono d’accordo sulla stroncatura del neo Pd,davvero una sconfitta sconcertante,chiunque avesse perso con queste proporzioni avrebbe dovuto dare le doverose dimissioni,con la felicità o meno del popolo africano…

Esiste solo un particolare che ho già accennato,a topo gigio da molti ambienti d’una certa importanza,di destra naturalmente,va dato atto l’onore delle armi e se rimane se l’è meritato,ovvero l’aver fatto sparire dal parlamento la vera Sinistra di questo paese,penso solo momentanea,buona parte di loro ha votato il mancato volontario in Africa nel disperato tentativo di bloccare sua emittenza,ma non si ripeterà.

Saluti

P.S.

Ottima l’obiezione su La7 a riguardo di Petruccioli dormiente da parecchio tempo.

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,no don’t canultima modifica: 2008-05-05T23:24:30+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,no don’t can

Lascia un commento