Gianfranco Fini,il paragone insostenibile

Il neo Presidente della camera.Gianfranco Fini

Ieri sera da Vespa,trasmissione che non vedo mai in modo consapevole, la terza carica dello stato ha affermato che il criminale pestaggio di Verona deve esser perseguito legalmente con la massima severità,detto ciò avrebbe dovuto stoppare il discorso con un punto definitivo,poichè paragonare questo avvenimento asserendo che è peggio bruciare le bandiere israeliane,fatto accaduto nella celebrazione del 1 maggio a Torino,da parte di alcune frangie anarcoidi,i quali, molti di loro,scusate se accenno di far d’un erba,un fascio,sono di famiglia facoltosa, come far la rivoluzione con i soldi di papino….o se preferite la mamma degli idioti è sempre in cinta!!!

In questi giorni accennerò sul tema Salone del libro a Torino e le polemiche a riguardo.

In ogni caso la terza carica dello stato,dopo il buon discorso alla camera dopo la sua elezione a Presidente,è inciampato rovinosamente su questo paragone indecente,avesse fatto due discorsi distinti,senza citare il peggio o il meglio, nessuno avrebbe potuto eccepire,che gli sia d’esperienza.

Nessuna strumentalizzazione, ma cronaca d’un pensiero infelice, buon lavoro ugualmente da chi la pensa politicamente in modo opposto a lei.

Gianfranco Fini,il paragone insostenibileultima modifica: 2008-05-06T21:27:21+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento