Vicenza incassa il favorevole primo round

 

L’ANNUNCIO DEL CODACONS

Il Tar blocca l’ampliamento del Dal Molin

«Accolto in pieno» il ricorso presentato dall’associazione

VICENZA – L’ampliamento della base Usa di Vicenza non ci sarà. Lo annuncia il Codacons, secondo il quale il Tar del Veneto avrebbe «accolto in pieno» il ricorso presentato dall’associazione. Il deposito della sentenza, attesa in un primo tempo per giovedì, è avvenuto venerdì. «Siamo in attesa di leggere le motivazioni della decisione – spiega il presidente, Carlo Rienzi – ma ci sembra una sentenza di grande sensibilità giuridica e civile che dà ragione a tutta quella parte di popolazione che lamentava si volesse modificare l’habitat e l’ambiente della città di Vicenza senza nessuna partecipazione dei cittadini».

LE MOTIVAZIONIDEL TAR- Nessuna traccia documentale di supporto «è stata riscontrata» sull’atto di consenso «presentato dal Governo Italiano a quello degli Stati Uniti d’America, espresso verbalmente nelle forme e nelle sedi istituzionali». È quanto rileva il Tar nelle considerazioni che accompagnano la sentenza che riguarda l’ampliamento della base Usa di Vicenza. «Tale atto di consenso, che pertanto risulta espresso soltanto oralmente – sottolineano i giudici – appare estraneo ad ogni regola inerente all’attività amministrativa e assolutamente extra ordinem».

IMPATTO AMBIENTALE – I giudici del Tar esprimono poi «gravi dubbi» anche sulla Vinca (Valutazione di incidenza ambientale) rilasciata dalla Regione Veneto. Nella propria istanza, l’associazione dei consumatori sottolineava che la Vinca, pur intitolata «Progetto ovest», sembra riferirsi al vecchio progetto e non tenere in alcun conto il progetto alternativo che prevedeva l’accesso alla base da nord. I giudici sottolineano l’impatto «del consistente insediamento (e della connessa antropizzazione) sulla situazione ambientale, del traffico, dell’incremento dell’inquinamento e in ordine al rischio di danneggiamento e alterazione delle falde acquifere».

CODACONS – Per il presidente del Codacons Carlo Rienzi, la sentenza del Tar che riguarda l’ampliamento della base Usa di Vicenza «è di importanza estrema e rappresenta una vittoria di tutti i cittadini». «I giudici, infatti, non solo hanno riconosciuto le tesi sostenute dalla nostra associazione – osserva Rienzi – ma hanno ribadito con fermezza l’importanza dell’opinione dei cittadini in merito a questioni che riguardano direttamente il territorio e l’urbanistica».

[ da corsera web ]

Dopo la volontà popolare affermata alle elezioni politiche e comunali che si sono svolte il 14 aprile,ora anche il tribunale amministrativo regionale da ragione al comitato Dal Molin,insieme alla maggioranza dei cittadini vicentini e l’associazione consumatori Codacons.

L’impatto devastante del progetto  è palese,un’estesa zona verde sarebbe stata cancellata,a pochissima distanza dal centro storico.

L’approvazione del progetto è stata una macchia del governo Prodi,appoggiato peraltro dall’ex sindaco di destra,non è ancora una sentenza definitiva,ad ottobre sarà effettuato il referendum, ma dall’aria che tira,il risultato del titolo del post è destinato a raddoppiare,con un tondo 2 a 0 definitivo, per la ritrovata buona pace dei vicentini e il rospo da ingoiare dall’amministrazione targata Bush.

Vicenza incassa il favorevole primo roundultima modifica: 2008-06-20T22:53:16+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento