Dal Canada,una storia inquietante

Dopo l’ictus parla un dialetto
che non conosce

TORONTO
Ha avuto un ictus due anni fa all’età di 50 anni. Dopo essersi risvegliata, ha riacquistato parte dei movimenti e la totale capacità di parlare. Solo che lo fa con un accento e con espressioni che non ha mai conosciuto, quelle che si usano nella provincia canadese di Terranova, sulla costa Atlantica, dove non è mai stata in vita sua, nè vi è mai stata la sua famiglia.

Questa la vicenda di Rosemary Dore, 52 anni, una donna canadese di Windsor, nel sud dell’Ontario. Secondo quanto riferito dai medici, è la prima persona in Canada a soffrire di un caso del genere. Di casi noti di questa sindrome neurologica detta «sindrome dell’accento straniero» nel modo ce ne sono non più di 60.

Il caso di Rosemary Dore è stato segnalato dal Canadian Journal of Neurological Sciences.

[ da la stampa web ]

Per quanto possa essere invalidante o devastante un attacco cerebrale,non vi è alcuna ragione di poter parlare in un modo mai conosciuto, scientificamente sarà da dimostrare se un linguaggio può essere interpretato tramite l’apprendimento in un’altra vita,possibili scenari di reincarnazione sono verificabili nei 60 casi in tutto il mondo,anche se tutto ciò forse solo con l’ipnosi potrà esser determinato,purtroppo senza basi scientifiche.

Dal Canada,una storia inquietanteultima modifica: 2008-07-06T14:14:34+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Dal Canada,una storia inquietante

  1. I vostri interrogativi sono del tutto comprensibili,come i miei del resto,non è possibile dare delle spiegazioni ragionevoli,sembrerebbe una formattazione del cervello,una parte nascosta che viene a galla grazie ad esperienze vissute in un’altra vita.

    Saluti a voi e chissà se nel futuro ci ricorderemo del nostro rapporto sul web.

    Ivo

  2. Caso veramente inquietante e al quanto misterioso…
    Sono anni che studiano sull’ipotetica reincarnazione… e mai avuto certezze…certo però… casi del genere lasciano pensare!!!..
    buon inizio settimana Ivo 🙂
    a presto Silvia

  3. Accento ed espressioni Prefe,se vogliamo dar credito all’annuncio canadese,sarebbe un tantinello da sprovveduti sollevare tanta polvere solo per degli accenti.

    Pony,non l’ho pubblicato come se fosse accertato compiutamente questo fatto,ma essendocene una sessantina in tutto il pianeta,l’interrogativo sorge spontaneo.
    Se avessimo certezze d’un altra vita dopo questa.ritengo che avremo meno paura dell’ignoto.

    Buona serata a voi,Ivo

  4. Dimenticavo Silvia,chissà se abbiamo già vissuto in altri periodi storici,mi sarebbe piaciuto vivere completamente libero,da aborigeno australiano,indiano d’america e perchè no,aver potuto conoscere la civiltà dei Maia,a parte i sacrifici che solevano interpretare,un popolo misterioso che ai primi sentori dell’arrivo degli spagnoli,sono letteralmente spariti.

    Notte,Ivo

  5. Buongiorno Ivo…:-)))
    come sempre la tua visita mi fa piacere;-))
    Vero…chissà !!!! l’idea di sapere il mio vissuto in altri periodi storici…mmmmmm…anche a me incuriosisce!!!!
    Mi affascina molto il modo Maya…:-)…Sono stata in Messico..yucatan….magico e incantevole mondo ..ci ritornerei altre 100 e 1000 volte…hanno quell’energia e libertà di vita invidiabile…:-))))
    P.S.:Sicuro però che la tua dolce bimba ora ha un’indimenticabile ricordo del suo Papà!!!:-)
    A presto Silvia
    n.b.: ti aggiungo ai miei preferiti:-))))

  6. Silvia,il Mexico sarà una sicura meta futura,da quelle parti è interessante la tradizionale vacanza di mare associata alla cultura di cui il paese è ricco,a confronto dell’anonima isola con palme e poco più…

    In effetti non specifico nei dettagli,esiste un buon rapporto con mia figlia.

    Buona notte,Ivo

    Ciao Pony,a presto,stasera mi si chiude la palpebra….

Lascia un commento