Energia eolica,ottime prospettive

Il dispositivo sarà prodotto da un’azienda italiana. tra i progetti anche la barca ad idrogeno

Il sogno di Starck: un mulino su ogni tetto

Un microgeneratore eolico permetterà di risparmiare l’80 per cento dell’energia utilizzata nelle abitazioni.

Il sogno di Starck: un mulino su ogni tetto

PRODOTTO ITALIANO – Presentato ad aprile nel corso del Salone del mobile di Milano, il l’«Eolienne» di Starck ha conquistato un’intera paginata sull’International Herald Tribune. Prodotto da un’azienda italiana, la toscana Pramac, specializzata nella produzione di generatori elettrici e componenti per impianti fotovoltaici (e che nei mesi scorsi ha creato una newco con Banca Intesa, la Solar Express, specializzata nella produzione di energia solare), l’innovativo mulino a vento dovrebbe essere venduto ad un prezzo tra i 500 e gli 800 euro e poi piazzato sul tetto della propria abitazione. Collegato all’impianto di casa, sarebbe in grado di fornire la gran parte del fabbisogno energetico domestico. Il rendimento, va da sè, è legato a molti fattori, primo fra tutti l’esposizione a venti e correnti.

 

DESIGN TRA LE TEGOLE – Ma sul fatto che un prodotto del genere possa sfondare, lo stesso Starck sembra avere pochi dubbi, spiegando che una buona parte del successo dell’«Eolienne» potrebbe arrivare proprio dal suo design. E in effetti si è decisamente lontani sia dai classici mulini a vento a pale tipici del panorama olandese, sia dai moderni impianti piazzati in serie sulle creste delle colline per la produzione di energia eolica su vasta scala. Il windmill di Starck, con la sua forma quadrata, gli angoli arrotondati e, soprattutto, il look sinuoso e accattivante reso dalla plastica trasparente con cui è realizzato, si presta ad essere una presenza discreta sui tetti delle città, molto meno invasiva di certe ventole metalliche di areazione per canne fumarie o della selva di antenne, tradizionali o paraboliche, che orna le sommità di molti edifici dove gli impianti centralizzati non si sa neppure cosa siano. «In linea con il concetto di immaterialità – ha spiegato il designer -, ho disegnato un windmill molto speciale: bellissimo, la prima turbina eolica quasi invisibile.

LA BARCA A IDROGENO – L’Herald Tribune non ha dubbi: se Starck è riuscito per anni ad avere successo con quelli che lui stesso ha definito oggetti inutili, figuriamoci ora che la sua creatività è al servizio della massima funzionalità e della pubblica utilità. E la dimostrazione pratica la darà, oltre che con il mulino a vento domestico, con la concretizzazione del progetto di barca a idrogeno, il cui primo esemplare realizzato sarà consegnato la prossima primavera all’hotel Bauer di Venezia Del resto è lo stesso architetto a spiegare quanto sia inevitabile che oggetti e beni di uso quotidiano, anche quando si è sposata la causa della sostenibilità, siano in primo luogo belli: «L’ecologia deve essere un piacere, non una punizione».

[ da corsera web ]

Ideale mulino a vento,dal design accattivante,dal prezzo non esorbitante a patto che siate in zone discretamente ventose,per esempio nei litorali con migliaia di Km di costa in Italia,in montagna,isole o nei luoghi prospicenti a laghi,non da impatti visivi sgradevoli per i più sensibili,insomma un’altra opportunità di mediazione tra risparmio economico familiare e virtuosismo ambientale.

Buon acquisto a breve per chi ne avrà le possibilità.

Molto interessanti sono i primi passi verso motorizzazioni d’imbarcazioni con tecnologia ad idrogeno,un futuro con positive prospettive.

Energia eolica,ottime prospettiveultima modifica: 2008-08-04T16:19:40+02:00da iserentha
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Energia eolica,ottime prospettive

  1. Vedo che stai sponsorizzando grandi progetti alternativi verso l’energia attuale e soprattutto (credo) verso quella nucleare; anchio non amo quest’ultima soprattutto se a gestirla sono gli italici furbo-fannulloni privi di senso del dovere.
    Ti segnalo che nell’entrare nel tuo blog il mio antivirus ha bloccato un sito spia che risponde all’indirizzo http://www.charting.ws/code
    ne sai qualcosa?
    A presto, Giorgio.

  2. So di essere spiato,o meglio controllato su qualsiasi click che effettuo,sono le controindicazioni del web,ma quando si ha la coscienza non esiste alcuna preoccupazione.

    Postare e cercare di sviluppare buone notizie sulla ricerca scientifica,legate all’energia in questo caso,mi risulta assai positivo.

    Un saluto Giorgio,Ivo

Lascia un commento