Dal blog Travaglio-Corrias-Gomez,la giungla italiana

 Rifiuti Uno si ripromette per l’anno nuovo di essere più buono, di non fare il qualunquista, di trovare qualcosa che non va nelle invettive di Beppe Grillo, poi accende la tv o legge un giornale e diventa più cattivo, più qualunquista e più grillista. La situazione è questa: la Campania affoga nei suoi escrementi dopo aver ingurgitato quelli di tutti … Continua a leggere

Dal blog Travaglio-Corrias-Gomez,rospetti e spazzatura

Dini, la spazzatura, gli auguri Due cose debordano scandalosamente in questo finale di commedia 2007. La spazzatura a Napoli e Lamberto Dini. Non si assomigliano nell’aspetto, non si assomigliano nell’odore, ma entrambi violano il senso comune, l’estetica delle cose. La prima è troppa, il secondo troppo poco. Disarmano chi guarda, avvelenano chi respira. Una è assai colorata, l’altro è perfettamente … Continua a leggere

Dal blog Travaglio-Corrias-Gomez,intercettazioni

Uomini, soldati e maggiordomi Sull’intercettazione tra Silvio Berlusconi e Agostino Saccà, scaricabile dal sito de L’Espresso, sono stati scritti fiumi di parole. Riascoltandola colpiscono però due particolari. Il primo: Berlusconi dà del tu a Saccà che risponde usando sempre il lei. Il secondo: Berlusconi definisce il consigliere di amministrazione Rai, in quota Lega, Giovanna Bianchi Clerici «la soldatessa di Bossi». … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,democraticamente come al casinò

Chi vuol essere milionario Il supermarket dei senatori che ha innescato l’ennesima accusa di corruzione a Silvio Berlusconi s’inserisce perfettamente nella nuova stagione politica delle “larghe intese”, ultimo approdo della commedia all’italiana, a cura di Castellano & Pipolo. Titolo: “Ok il prezzo è giusto” o “Chi vuol esser milionario”. Personaggi e interpreti, in ordine di apparizione. Berlusconi Silvio, il capocomicoUn … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez, Azouz Marzouk

I peccati di Azouz e quelli degli altri da Vanity Fair del 5 dicembre 2007 L’ultima volta che ho visto Azouz Marzouk, firmava autografi in una pizzeria-astronave dalle parti di Eupilio, Alta Brianza. Veniva esibito da Lele Mora – tra un tronista biondo e un’aspirante velina – come il meglio vedovo su piazza, l’attrazione illuminata dal sangue di Erba, l’orso … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,il solito teatrino mediatico

Il Capo e gli adornato   Piacerebbe sapere se dentro al molto agevole (e condonato) condominio di Forza Italia abiti almeno una persona, un uomo o una donna, un giovane, un anziano, un leader o un funzionario, un militante, un onorevole deputato, un senatore, un capo area, un capoufficio, un direttore marketing, un segretario di Circolo non rosso di capelli … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,il teatrino politico riveduto e corretto dai sapori antichi!!

Inciucio eterno Ho fatto un sogno. Anzi ho avuto un incubo: elezioni anticipate del 2009, gli italiani vanno al voto col “nuovo” sistema proporzionale approvato dopo un anno di estenuanti trattative tra il leader del Partito del Popolo, cavalier Silvio Berlusconi, e quello del Partito Democratico, il primo cittadino Walter Veltroni. Dalle urne le due formazioni politiche escono fortissime, spartendosi … Continua a leggere

Dal blog Travaglio-Corrias-Gomez,differenze di trattamento.

Morti di serie B Totò paragonava la morte alla “livella” che, alla fine della vita, rende finalmente tutti uguali. Ma, per sua fortuna, non aveva visto all’opera il Parlamento italiano della XV legislatura, che due giorni fa, approvando la legge finanziaria, ha deciso di tenere separate le sorti delle vittime del terrorismo da quella delle vittime della mafia. Le prime … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,beatificazioni a piene mani.

Silvio, l’incolpevole da Vanity Fair del 14 novembre 2007 Dai giorni della sconfitta elettorale Silvio Berlusconi è entrato in una realtà parallela – teatrale o addirittura virtuale – dove si respira la più perfetta assenza di gravità. La quale non riguarda il peso dei corpi, ma quello delle parole e dei fatti. Da allora è diventato maschera, finzione, personaggio. Che con perfetta … Continua a leggere

Dal blog di Travaglio-Corrias-Gomez,Marcello Dell’Utri

12 novembre 2007, in SOCIETA’ Il fattore M L’altro ieri Silvio Berlusconi ha dato fondo alla sua sfrenata fantasia a proposito del presunto “stalliere” e vero mafioso Vittorio Mangano. Non ha potuto fare a meno di parlarne, perchè sta per arrivare la sentenza d’appello nel processo per mafia a carico di Marcello Dell’Utri, che infatti gli stava accanto con un’espressione … Continua a leggere